In Europa sale l’incidenza del tumore colorettale tra i giovani adulti


  • Cristina Ferrario — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • L’incidenza del tumore colorettale è in aumento in Europa nella fascia di età 20-49 anni, con incrementi più rapidi nei soggetti più giovani e per il tumore del colon.
  • Non si assiste a un incremento proporzionale della mortalità per la neoplasia.
  • Le cause alla base di questa tendenza non sono del tutto note, ma i medici dovrebbero comunque tener conto di tali aumenti di incidenza.
  • Se la tendenza dovesse continuare potrebbe essere necessario rivedere i programmi di screening oggi in atto.

Descrizione dello studio

  • Partendo dai registri oncologici nazionali e regionali sono stati raccolti dati su incidenza e mortalità in base all’età per il tumore colorettale tra il 1990 e il 2016.
  • Le tendenze sono state analizzate con regressione Joinpoint ed espresse come percentuali annue.

Risultati principali

  • Sono starti raccolti dati relativi a 143,7 milioni di persone di 20-49 anni in 20 paesi europei.
  • Tra questi soggetti, 187.918 (0,13%) hanno ricevuto diagnosi di tumore colorettale.
  • L’incidenza della neoplasia è aumentata in media del 7,9% all’anno nella fascia 20-29 anni dal 2004 al 2016.
  • Nella fascia 30-39 anni è stato registrato un incremento nell’incidenza pari a 4,9% all’anno dal 2005 al 2016, mentre nel gruppo 40-49 l’incremento si è assestato su 1,6% all’anno tra dal 2004 al 2016.
  • L’incremento ha avuto inizio prima nei soggetti di 20-29 anni e 1-2 decadi più tardi in quelli di 30-39 e 40-49 anni.
  • Sono state osservate alcune differenze in questa tendenza tra i diversi paesi, tanto che in Italia l’incidenza si mostra in calo nella fascia di età 20-39 anni.
  • La mortalità per tumore colorettale non è cambiata in modo significativo nei soggetti più giovani, ma ha mostrato un calo nelle fasce di età 30-39 e 40-49 anni.

Limiti dello studio

  • I dati inclusi nello studio non coprono tutti i paesi europei in modo completo.
  • La qualità dei dati mostra grande eterogeneità tra i diversi registri nazionali.

Perché è importante

  • L’incidenza del tumore colorettale è in diminuzione negli over 50 anche grazie ai programmi di screening.
  • Di contro si è osservato negli ultimi anni un incremento di tale incidenza nei giovani adulti.
  • Mancano dati sull’epidemiologia del carcinoma colorettale nei giovani adulti europei.
  • Questi dati potrebbero essere utili per apportare eventuali modifiche ai programmi di screening oggi in atto.