Il vaping aiuta i fumatori a smettere di fumare, ma aumenta il rischio di ricaduta

  • Gomajee R & al.
  • JAMA Intern Med
  • 15/07/2019

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Tra i fumatori di tabacco, l’uso quotidiano di sigarette elettroniche (e-cig), comunemente noto come vaping, è legato a una riduzione del fumo di sigaretta e a una maggiore probabilità di cessazione del fumo.
  • Tuttavia, l’uso quotidiano delle sigarette elettroniche aumenta il rischio di ricaduta negli ex-fumatori.

Perché è importante

  • Il 15,3% dei fumatori adulti negli Stati Uniti e il 14,6% in Europa utilizzano sigarette elettroniche.

Disegno dello studio

  • 5.400 fumatori e 2.025 ex-fumatori.
  • Finanziamento: Agence Nationale de la Recherche; MSD; AstraZeneca; altri.

Risultati principali

  • Il 15,2% dei fumatori e l’8,7% degli ex-fumatori hanno riferito un uso quotidiano di sigarette elettroniche.
  • Nell’analisi corretta, i soggetti che usavano sigarette elettroniche fumavano un numero inferiore stimato di sigarette al giorno rispetto ai soggetti che non usavano sigarette elettroniche (11,2 vs. 12,2; P (-4,4 vs. -2,7; P
  • I soggetti che usavano sigarette elettroniche presentavano una maggiore probabilità di smettere di fumare durante il follow-up rispetto ai soggetti che non usavano sigarette elettroniche (aRR: 1,67; P
  • L’effetto era più forte in caso di uso di sigarette elettroniche per >1 anno (aRR: 2,03; IC 95%: 1,82­–2,27) rispetto a
  • Gli ex-fumatori che usavano sigarette elettroniche presentavano una maggiore probabilità di ricaduta al fumo (aRR: 1,70; IC 95%: 1,25–2,30).
  • Limiti

    • Coorte interamente francese.
    • Mancanza di dati sulla frequenza quotidiana dell’uso di sigarette elettroniche.