Il vaccino BCG è legato a un rischio inferiore di sviluppare tumore polmonare nelle popolazioni native americane

  • Usher NT & al.
  • JAMA Netw Open
  • 04/09/2019

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • I bambini indiani americani e nativi dell’Alaska che ricevono il vaccino anti-tubercolare (TB) BCG presentano una probabilità inferiore del 62% di sviluppare tumore polmonare da adulti.
  • Non è stata osservata alcuna associazione con altri tipi di tumore.

Perché è importante

  • Questi risultati contraddicono studi precedenti che suggerivano un aumento dei tassi di leucemia e di linfoma.

Disegno dello studio

  • Analisi post hoc di una sperimentazione clinica randomizzata multistato.
  • 3.287 bambini indiani d’America e nativi dell’Alaska di 9 tribù hanno ricevuto vaccino BCG (n=1.540) o un placebo (n=1.423) tra il 1935 e il 1938, a un’età mediana di 8 anni.
  • Follow-up di 60 anni.
  • Finanziamento: Indian Health Service e altri.

Risultati principali

  • L’incidenza complessiva di cancro non differiva significativamente tra gruppi (HR: 0,82; IC 95%: 0,66–1,02).
  • Secondo l’analisi multivariabile l’incidenza di tumore polmonare era significativamente inferiore nel gruppo vaccinato (aHR: 0,38; P=0,005).
  • La mortalità a causa del tumore polmonare era significativamente inferiore nel gruppo vaccinato (HR: 0,32; IC 95%: 0,15–0,68).
  • Un’anamnesi di TB non era associata in modo significativo allo sviluppo di tumore polmonare (HR: 0,66; IC 95%: 0,23–1,90).
  • Nessuna differenza tra gruppi nell’incidenza di qualsiasi altro tipo di tumore.
  • I tassi di tumore polmonare erano inferiori in tutti e 5 gli Stati e in tutte le 9 tribù.

Limiti

  • Disegno retrospettivo.