Il trattamento chirurgico offre una OS migliore nell’SCLC in stadio avanzato

  • Zhang C & al.
  • Front Oncol
  • 01/01/2019

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • I pazienti sottoposti a trattamento chirurgico del tumore polmonare a piccole cellule (small cell lung cancer, SCLC) in stadio III ottengono una sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) significativamente migliore rispetto a quelli non trattati chirurgicamente.

Perché è importante

  • Sebbene l’approccio chirurgico sia il trattamento standard nell’SCLC in stadio I, per la malattia in stadio III sono raccomandate chemioterapia e radioterapia.

Disegno dello studio

  • 9.606 pazienti del database Surveillance, Epidemiology, and End Results con diagnosi di SCLC in stadio III nel periodo 2004–2013.
  • Appaiamento in base all’indice di propensione di 234 coppie di pazienti.
  • Finanziamento: Shandong First Medical University.

Risultati principali

  • Il 2,4% dei pazienti è stato sottoposto a trattamento chirurgico.
  • La percentuale di pazienti in stadio T1 e di pazienti con malattia in stadio N0-N1 era maggiore nel gruppo sottoposto a trattamento chirurgico rispetto al gruppo non trattato chirurgicamente (rispettivamente 21,8% vs. 11,1% e 26% vs. 13,4%).
  • La OS era significativamente migliore nei pazienti trattati chirurgicamente prima (P
  • Secondo l’analisi multivariabile il trattamento chirurgico era associato in modo significativo a una OS migliore (HR: 0,651; P

Limiti

  • Studio retrospettivo.