Il caffè è associato a un rischio inferiore di sviluppare il tumore endometriale

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Un maggior consumo di caffè è associato a un rischio inferiore di sviluppare il tumore endometriale. Questa associazione inversa è particolarmente forte nelle donne sovrappeso o obese.

Perché è importante

  • Questi risultati confermano ulteriormente i potenziali benefici per la salute del consumo di caffè in relazione al tumore endometriale, specialmente nelle donne con indice di massa corporea (body mass index, BMI) più elevato.

Disegno dello studio

  • Un’analisi aggregata dei dati a livello individuale di 19 studi (6 coorti, 13 studi caso-controllo) con 12.159 pazienti affette da tumore endometriale e 27.479 pazienti di controllo senza tumore dell’Epidemiology of Endometrial Cancer Consortium.
  • Finanziamento: National Cancer Institute (NCI); altri.

Risultati principali

  • Rispetto alle donne che non bevevano caffè, le donne che bevevano caffè hanno evidenziato un rischio significativamente inferiore di tumore endometriale (aOR aggregato=0,87; P=0,0028).
  • È stata osservata una correlazione dose-risposta tra consumo più elevato di caffè e rischio inferiore di tumore endometriale (P-tendenza=9,21×10-5):
    • 1 tazza/giorno (aOR=0,90; IC 95%, 0,82–1,00);
    • 2–3 tazze/giorno (aOR=0,86; IC 95%, 0,78–0,95);
    • >4 tazze/giorno (aOR=0,76; IC 95%, 0,66–0,87).
  • L’associazione inversa tra consumo di caffè e rischio di tumore endometriale è risultata più forte nelle pazienti con BMI ≥25 kg/m2 (aOR=0,79; IC 95%, 0,71–0,89) rispetto a quelle con BMI <25 kg/m2 (aOR=0,92; IC 95%, 0,79–1,07).
  • Nelle donne con BMI <25 kg/m2 solo il livello più alto di consumo di caffè (>4 tazze/giorno) è risultato associato a una riduzione significativa della probabilità di sviluppare tumore endometriale (aOR=0,72; IC 95%: 0,57–0,92).

Limiti

  • Potenziale errore di misurazione del consumo di caffè.