Il 9 ottobre porte aperte in 17 ospedali storici d'Italia

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 12 set. (Adnkronos Salute) - Gli antichi ospedali d'Italia aprono le porte al grande pubblico per farsi ammirare. Le strutture presenti in 12 città, da Venezia a Napoli, da Firenze a Milano, da Brescia a Roma, il 9 ottobre saranno visitabili grazie al progetto dell'Associazione culturale ospedali storici italiani (Acosi), che riunisce gli antichi ospedali dove tuttora si svolge attività sanitaria. L'associazione presenterà venerdì a Firenze alla Fondazione Santa Maria Nuova, in piazza Santa Maria Nuova a Firenze, il programma che prevede visite guidate, itinerari riservati, convegni, concerti e pubblicazioni.

Nell'occasione, oltre alle attività che saranno organizzate durante tutta la giornata del 9 ottobre, con la programmazione di visite guidate su itinerari riservati in 17 siti ospedalieri storici, saranno presentati in anteprima il volume 'Lo splendore della cura. Viaggio negli ospedali storici italiani' e il primo Calendario 2023 di Acosi. Sarà inoltre presentato il programma di concerti che saranno eseguiti nel corso del 9 ottobre, grazie al progetto dell'Accademia nazionale Santa Cecilia di Roma realizzato con un finanziamento del ministero della Cultura. La presidenza dell'Acosi, infine, annuncerà l'importante protocollo d'intesa sottoscritto recentemente tra l'associazione, il ministero della Cultura e il ministero della Salute.

A Firenze saranno presenti il presidente di Acosi, Edgardo Contato, direttore generale dell'Azienda sanitaria di Venezia; Paolo Marchese Morello, direttore generale Usl Toscana Centro, Firenze; Angelo Tanese, vicepresidente Acosi e direttore generale Asl Roma 1; Giancarlo Landini, presidente Fondazione Santa Maria Nuova, Firenze; Gennaro Rispoli, presidente de Il Faro di Ippocrate Museo Arti sanitarie Ospedale degli Incurabili; Giancarlo Giacchetti, presidente Fondazione Irccs Ca' Granda ospedale Maggiore Policlinico di Milano con Paolo Galimberti, consigliere Acosi; Mario Po', direttore del Polo culturale e museale della Scuola Grande di San Marco di Venezia.