Identificati i fattori di rischio di autolesionismo non fatale nei pazienti oncologici

  • Hallet J & al.
  • JAMA Oncol

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Ansia da moderata a grave, depressione e respiro affannoso possono essere indicativi di un aumento del rischio di autolesionismo non fatale (nonfatal self-injury, NFSI) nei pazienti con un tumore di nuova diagnosi.

Perché è importante

  • I risultati sottolineano la necessità di offrire supporto emotivo e mentale ai pazienti con tumori in uno stadio iniziale per prevenire la suicidalità.

Disegno dello studio

  • Uno studio caso-controllo, di popolazione canadese che ha incluso 406 pazienti oncologici che hanno avuto una visita al pronto soccorso per un evento di NFSI entro 180 giorni dalla valutazione con il sistema di valutazione dei sintomi di Edmonton (Edmonton Symptom Assessment System, ESAS) e 1.624 pazienti di controllo oncologici appaiati senza un evento di NFSI.
  • L’ESAS comprende 9 sintomi, quali dolore, stanchezza, nausea, depressione, ansia, sonnolenza, appetito, benessere e respiro affannoso, classificati su una scala da 0 (assenza di sintomi) a 10 (il peggior sintomo possibile).
  • Finanziamento: sovvenzione dell’Odette Cancer Centre–Sunnybrook Health Sciences Centre e altri.

Risultati principali

  • Una percentuale significativamente maggiore di pazienti “casi” ha riportato punteggi da moderati a gravi per tutti i 9 sintomi dell’ESAS rispetto ai pazienti di controllo.
  • In un’analisi corretta, ansia da moderata a grave (OR corretto [adjusted OR, aOR], 1,61; IC 95%, 1,14–2,27), depressione (aOR=1,66; IC 95%, 1,20–2,31) e respiro affannoso (aOR=1,65; IC 95%, 1,18–2,31) sono stati identificati come fattori di rischio indipendenti di successivo NFSI.
  • Anche ogni aumento di 10 punti del punteggio ESAS totale è risultato collegato in modo indipendente a un aumento del rischio di successivo NFSI (aOR=1,51; IC 95%, 1,40–1,63).

Limiti

  • Disegno osservazionale.