I tassi di tumore polmonare sono diminuiti maggiormente nelle aree urbane dal 2007 al 2016

  • O'Neil ME & al.
  • MMWR Morb Mortal Wkly Rep
  • 08/11/2019

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • L’incidenza di tumore polmonare negli Stati Uniti tra il 2007 e il 2016 è diminuita maggiormente nelle contee metropolitane rispetto a quelle non metropolitane, negli uomini rispetto alle donne e negli adulti di mezza età rispetto agli anziani.

Perché è importante

  • Questi dati potrebbero contribuire a indirizzare meglio gli sforzi per la prevenzione del tumore polmonare.

Disegno dello studio

  • Analisi dei dati di US Cancer Statistics per il periodo 2007–2016.
  • Finanziamento: CDC.

Risultati principali

  • Complessivamente, l’incidenza negli uomini è diminuita da 99 a 82 su 100.000 nelle aree non metropolitane e da 83 a 63 nelle aree metropolitane.
  • Complessivamente, l’incidenza nelle donne è diminuita da 61 a 58 nelle aree non metropolitane e da 57 a 50 nelle aree metropolitane.
  • L’incidenza nelle aree metropolitane è diminuita maggiormente sia negli uomini (variazione percentuale annua [annual percentage change, APC]: -2,9%) sia nelle donne (APC: -1,5%) rispetto agli uomini (APC: -2,1%) e alle donne (APC: -0,5%) nelle aree non metropolitane.
  • Negli uomini la diminuzione maggiore è stata osservata nei soggetti di età compresa tra 45 e 54 anni nelle contee metropolitane (APC: -5,2%) e nei soggetti di età compresa tra 35 e 44 anni nelle contee non metropolitane (APC: -5,0%).
  • Nelle donne il declino maggiore è stato osservato in quelle di età compresa tra 35 e 44 anni nelle contee metropolitane (APC: -5,0%).

Limiti

  • Potenziale sottostima dell’incidenza.