I sussidi per basso reddito sono legati a un maggiore ricevimento di terapia per il tumore polmonare

  • Chou YT & al.
  • J Natl Cancer Inst
  • 10/09/2019

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • I pazienti Medicare con tumore polmonare non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC) in stadio avanzato presentano una maggiore probabilità di iniziare trattamenti del tipo Part D se ricevono un sussidio per basso reddito pieno, mentre quelli senza sussidi o con sussidi parziali presentano una maggiore probabilità di iniziare trattamenti del tipo Part B.

Perché è importante

  • Il programma Part D di Medicare è necessario per coprire le terapie antitumorali, ma il costo rimane alto. I pazienti senza sussidio o con sussidio parziale pagano rispettivamente più di 2.000 USD o 1.000 USD al mese per i nuovi trattamenti per l’NSCLC, mentre quelli con sussidio pieno pagano

Disegno dello studio

  • 19.746 pazienti con NSCLC in stadio avanzato con Medicare Part A, B e D dopo la diagnosi.
  • Finanziamento: nessuno.

Risultati principali

  • L’avvio dei trattamenti del tipo Part D era meno probabile nei soggetti senza sussidio (aHR: 0,87; P=0,02) o con sussidio parziale (aHR: 0,77; P=0,03).
  • L’avvio di un trattamento del tipo Part D dopo la diagnosi è avvenuto in tempi più brevi nei soggetti con sussidio pieno rispetto a quelli con sussidio parziale o senza sussidio (rispettivamente 10,8 vs. 11,3 vs. 11,1 mesi; P
  • I pazienti senza sussidio presentavano maggiori probabilità di iniziare i trattamenti del tipo Part B rispetto a quelli con sussidi pieni (HR: 1,42; P
  • Il tempo all’avvio del trattamento del tipo Part B era più breve nei soggetti senza sussidio o con sussidio parziale rispetto a quelli con sussidio pieno (7,0 vs. 7,9 vs. 8,4 mesi; P

Limiti

  • Studio retrospettivo.