I polimorfismi nei geni GABRA1 e GABRB2 sono associati con la suscettibilita' al propofol

  • Antonello Viti De Angelis
  • Notizie Mediche - VDA Net
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

SIF Societa' Italiana di Farmacologia

I polimorfismi nei geni GABRA1 e GABRB2 sono associati con la suscettibilita' al propofol

A cura della Dott.ssa Debora Curci

Il propofol è un anestetico endovenoso frequentemente utilizzato per l'induzione e il mantenimento dell’anestesia generale, per la sedazione degli adulti ventilati meccanicamente e per altre procedure che richiedono sedazione. Viene metabolizzato principalmente nel fegato: il 70% si lega all'uridina difosfato glucuronosiltransferasi 1A9 (UGT1A9) e si trasforma in propofol glucuronide, mentre il 29% del propofol viene trasformato in 4-idrossipropofol dal CYP2B6 e dal CYP2C9. Il propofol esercita il suo effetto sedativo principalmente attraverso l'attivazione del recettore GABA-A (GABAAR), potenziandone così l’interazione con il suo ligando endogeno

- Riproduzione riservata e per uso personale
- Scarica il documento completo in formato PDF dal link a fondo pagina