I pazienti con colangite sclerosante primitiva presentano una disbiosi intestinale peculiare


  • Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • I pazienti con colangite sclerosante primitiva (primary sclerosing cholangitis, PSC) presentano una disbiosi intestinale in cui si combinano una composizione alterata e una biodiversità più elevata della componente fungina.
  • La signature della disbiosi dei pazienti con PSC è diversa da quella dei pazienti affetti da malattie infiammatorie intestinali (inflammatory bowel disease, IBD).
  • Nei pazienti con PSC, il microbiota intestinale è caratterizzato da una perturbazione del network di correlazione tra batteri e funghi.

 

Descrizione dello studio

  • È stato confrontato il microbiota fecale di 27 pazienti con PSC e IBD, 22 pazienti con PSC ma senza IBD, 33 pazienti con IBD ma senza PSC e 30 soggetti sani.
  • La composizione batterica e fungina del microbiota è stata determinata usando il sequenziamento delle regioni 16S e ITS2, rispettivamente, dell’rRNA.
  • Fonte di finanziamento: Microbiome Foundation.

 

Risultati principali

  • I pazienti con PSC hanno una disbiosi batterica caratteristica, con composizione alterata e biodiversità ridotta.
  • Queste alterazioni si associano alla PSC indipendentemente dall’IBD.
  • I pazienti con PSC hanno una disbiosi fungina caratterizzata da una composizione alterata e un aumento relativo nella biodiversità.
  • Nei pazienti con PSC aumenta la proporzione del genus Exophiala e diminuisce quella di Saccharomyces cerevisiae.
  • Rispetto ai pazienti con IBD e ai soggetti sani, i pazienti con PSC mostrano una forte perturbazione del network di correlazione batteri-funghi che suggerisce un’alterazione nel crosstalk inter-regni.

 

Limiti dello studio

  • Il campione in esame è poco numeroso; è uno studio monocentrico.

 

Perché è importante

  • Era già noto che i pazienti con PSC possono presentare un’alterazione della componente batterica del microbiota intestinale, questo studio mostra che anche la componente fungina ha un ruolo nella disbiosi associata a PSC.
  • La scoperta che il microbiota intestinale è potenzialmente coinvolto nella patogenesi della PSC identifica un possibile target terapeutico e apre la strada allo sviluppo di biomarcatori.