I grassi buoni della dieta mediterranea non causano particolari aumenti del peso corporeo


  • Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Rispetto a un regime alimentare basato sulla riduzione generale dei grassi alimentari, una dieta mediterranea senza limiti calorici e ad alto contenuto di grassi vegetali non ha mostrato differenze significative nella perdita di peso.
  • I risultati suggeriscono che non è necessario limitare i grassi sani nei regimi alimentari disegnati per il mantenimento del peso corporeo.
  • La paura che i grassi causino aumenti di peso non è giustificata e non deve limitare l’aderenza alla dieta mediterranea, legata a importanti benefici per la salute.

Descrizione dello studio

  • Lo studio di 5 anni, a gruppi paralleli, multicentrico, randomizzato e controllato PREDIMED è stato condotto in 11 ospedali in Spagna e ha coinvolto 7.447 uomini e donne di età uguale o superiore a 55 anni, con diabete di tipo 2 o 3 o più fattori di rischio cardiovascolare (CV).
  • I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere uno dei tre regimi dietetici dello studio: dieta Mediterranea (Med) con aggiunta di olio di oliva (n=2.543); dieta Med con aggiunta di noci (n=2.454) o dieta di controllo (con il consiglio di ridurre i grassi alimentari; n=2.450).
  • Nello studio non erano previste restrizioni caloriche o promozione dell’attività fisica.
  • I dati a 5 anni pubblicati nel 2016 sui cambiamenti nel peso e nella circonferenza vita sono stati ritirati a causa dell’identificazione di una deviazione dal protocollo.
  • Nella nuova analisi, peso corporeo e circonferenza vita sono stati misurati al basale e una volta l’anno per 5 anni nella popolazione per intention-to-treat.
  • Fonte di finanziamento: Governo spagnolo, CIBERobn, Instituto de Salud Carlos III, Hojiblanca, Patrimonio Comunal Olivarero, California Walnut Commission, Borges SA e Morella Nuts.

Risultati principali

  • Dopo un follow up mediano di 4,8 anni, sono state registrate riduzioni marginali del peso corporeo e un incremento della circonferenza vita.
  • L’analisi aggiustata per variabili multiple ha mostrato una differenza nei cambiamenti del peso corporeo a 5 anni pari a -0,410 kg (P=0,056) nel gruppo dieta Med con olio di oliva e a -0,016 kg (P=0,942) in quello dieta Med con noci, rispetto al gruppo controllo.
  • Le differenze nei cambiamenti a 5 anni della circonferenza vita si sono attestate su -0,466 cm (P=0,154) nel gruppo dieta Med con olio di oliva e su -0,923 cm (P=0,008) nel gruppo dieta Med con noci rispetto al gruppo controllo.

Limiti dello studio

  • I questionari alimentari non riescono a misurare in modo preciso l’assunzione di calorie.
  • Non è semplice controllare l’aderenza al regime alimentare in un contesto real-world.

Perché è importante

  • I regimi alimentari per la perdita di peso prevedono in genere restrizione calorica ed esercizio fisico.
  • I regimi ad alto contenuto di grassi sono per questa ragione sconsigliati.
  • La dieta Med, seppur caratterizzata dalla presenza di grassi vegetali, si associa a riduzione della mortalità e del rischio CV e oncologico.
  • È importante conoscere l’effetto di regimi Med ad alto contenuto di grassi vegetali sulla perdita di peso, in modo da non perdere i benefici di questa dieta a causa di paure infondate.