I giovani pazienti affetti da sarcoma sono ad alto rischio di uso di oppioidi a lungo termine dopo il trattamento

  • Beauchemin MP & al.
  • Cancer

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • I giovani pazienti affetti da sarcoma possono presentare un maggior rischio di uso di oppioidi a lungo termine dopo il trattamento oncologico.

Perché è importante

  • I risultati giustificano l’ottimizzazione della gestione del dolore utilizzando strategie sicure e sostenibili e sviluppando linee guida su prescrizione e monitoraggio sicuri degli oppioidi.

Disegno dello studio

  • I ricercatori hanno identificato 938 pazienti naïve agli oppioidi affetti da sarcoma di età compresa tra 10 e 26 anni (il 56% di sesso maschile; il 62% di età <18 anni) nel database delle richieste di rimborso IBM Marketscan.
  • Finanziamento: parzialmente finanziato da National Cancer Institute, Breast Cancer Research Foundation, American Cancer Society e Herbert Irving Comprehensive Cancer Center.

Risultati principali

  • A un totale pari al 64% dei pazienti (n=599) della coorte sono stati prescritti oppioidi durante il trattamento oncologico.
  • Questi pazienti hanno ricevuto, rispettivamente, il 44% 1 prescrizione, il 31% 2–4 prescrizioni e il 24% ≥5 prescrizioni.
  • Complessivamente, il 77% (n=464) dei pazienti che hanno fatto uso di oppioidi ha smesso di usarli dopo aver completato il trattamento.
  • Tuttavia, il restante 23% ha soddisfatto i criteri per nuovo uso persistente di oppioidi, definito come il ricevimento di almeno 2 prescrizioni di oppioidi nei 12 mesi successivi alla conclusione del trattamento.
  • I pazienti con tumori ossei, come il sarcoma di Ewing (OR=3,23; IC 95%, 1,81–5,78) e l’osteosarcoma (OR=2,05; IC 95%, 1,36–3,09), hanno evidenziato un rischio significativamente più elevato di nuovo uso persistente di oppioidi rispetto a quelli affetti da sarcomi dei tessuti molli.

Limiti

  • Possibili limitazioni nell’identificazione dei periodi di trattamento da parte della fonte dei dati.