I fattori psicosociali alla base del dolore persistente nei pazienti con HIV


  • Cristina Ferrario — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Numerosi studi hanno identificato fattori psicosociali associati alla permanenza del dolore in pazienti con infezione da HIV.
  • Tra questi fattori sono inclusi depressione, stress psicologico, ma anche disoccupazione o mancata aderenza al trattamento.
  • Servono ulteriori studi per valutare fattori psicosociali potenzialmente protettivi e ruolo di processi sociali come lo stigma.

Descrizione dello studio

  • La revisione sistematica della letteratura ha valutato i dati disponibili sui fattori psicosociali associati a dolore, disabilità e qualità della vita in pazienti con infezione da HIV e dolore persistente.
  • Nell’analisi sono stati inclusi studi osservazionali e sperimentali che riportavano l’associazione tra uno o più fattori psicosociali e una o più variabili legate al dolore in una popolazione di campione di adulti con HIV e dolore.
  • Lo screening per l’idoneità all’inclusione, l’estrazione dei dati e la valutazione della qualità dei lavori sono stati condotti da due revisori indipendenti.
  • Fonte di finanziamento: National Institute for Health Research

Risultati principali

  • Nella revisione della letteratura sono stati inclusi 46 studi e 37 di questi lavori hanno fornito dati per la metanalisi per un totale di circa 13.000 soggetti.
  • Sono state identificate prove di forza «moderata» a supporto dell’esistenza di un’associazione tra esiti in termini di dolore e depressione, distress psicologico, stress post-traumatico, abuso di farmaci, problemi del sonno, utilizzo di cure sanitarie, visite perse in cliniche per HIV, aderenza alle terapie antiretrovirali (ART), disoccupazione e fattori psicologici protettivi in persone con HIV.
  • Solo pochi studi hanno valutato i fattori psicologici protettivi e o i processi sociali (per esempio lo stigma).
  • Mancano dati di qualità elevata su fattori psicosociali legati al dolore cronico in pazienti con HIV.
  • I risultati dello studio possono essere utili nella definizione delle ricerche future e per lo sviluppo dei trattamenti.

Limiti dello studio

  • La strategia di ricerca potrebbe aver causato l’esclusione di alcuni importanti studi dall’analisi.
  • In molti studi la valutazione del dolore è stata di scarsa qualità.

Perché è importante

  • Per le persone con HIV, il dolore cronico resta un problema ad alta prevalenza e causa di disabilità anche nell’attuale era delle terapie antiretrovirali.
  • I trattamenti psicologici potrebbero essere promettenti nella gestione di questo tipo di dolore.
  • Servono ricerche per identificare fattori psicosociali sui quali focalizzare l’attenzione.