HBV: tenofovir è migliore di entecavir per la riduzione del rischio di HCC

  • Choi J & al.
  • JAMA Oncol
  • 27/09/2018

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • I pazienti trattati con tenofovir disoproxil fumarato per infezione cronica da virus dell’epatite B (hepatitis B virus, HBV) presentano una probabilità inferiore di circa il 40% di sviluppare carcinoma epatocellulare (hepatocellular carcinoma, HCC) rispetto a quelli trattati con entecavir, a prescindere dallo stato di cirrosi.

Perché è importante

  • Entecavir e tenofovir sono entrambi raccomandati come trattamenti di prima linea per l’HBV.

Disegno dello studio

  • 24.156 pazienti con HBV non trattato del Servizio Sanitario Nazionale della Repubblica di Corea hanno ricevuto entecavir (n=11.464) o tenofovir (n=12.692).
  • Appaiamento in base all’indice di propensione di 10.923 coppie.
  • Finanziamento: National Research Foundation of Korea; altri.

Risultati principali

  • Cinquecentonovanta pazienti nel gruppo trattato con entecavir e 394 pazienti nel gruppo trattato con tenofovir hanno sviluppato HCC (incidenza annuale: 0,84/100 anni-persona).
  • Secondo l’analisi multivariabile il gruppo trattato con tenofovir presentava tassi annuali significativamente inferiori di HCC (HR: 0,61; IC 95%: 0,54–0,70) e di mortalità o trapianto di fegato (HR: 0,77; IC 95%: 0,65–0,92) rispetto al gruppo trattato con entecavir.
  • Dopo l’appaiamento in base all’indice di propensione il gruppo trattato con tenofovir presentava un rischio significativamente inferiore di HCC a 2 anni (HR: 0,62; IC 95%: 0,54–0,70) e tassi annuali inferiori di mortalità e trapianto di fegato (HR: 0,79; IC 95%: 0,66–0,94).
  • Tenofovir era associato a un rischio significativamente inferiore di HCC nei pazienti con cirrosi (HR: 0,64; IC 95%: 0,43–0,95) e senza cirrosi (HR: 0,65; IC 95%: 0,45–0,94).

Limiti

  • Studio retrospettivo con coorte interamente coreana.