Grillo, 'c'è volontà di tenere in piedi Ssn, ma stop balletti cifre'


  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 11 giu. (AdnKronos Salute) - "Per la prima volta un ministro ha minacciato di andarsene se si avranno nuovi tagli in sanità. Voglio rassicurare però: è un momento difficile, ma mi sento di dire che c'è una volontà abbastanza trasversale di tenere in piedi il Servizio sanitario nazionale. Cerchiamo di finanziarlo non con un balletto di cifre che cambiano ogni anno, ma ci deve essere una certezza sulla base della quale noi dobbiamo programmare. Chiedo unità di intenti che vada al di là delle dichiarazioni. Bisogna farsi vedere uniti sull'idea di salvare il Ssn e tutti devono fare un passo avanti a favore di esso e magari anche un passo indietro, a volte, per far passare gli altri". Lo sottolinea il ministro della Salute, Giulia Grillo, intervenendo alla presentazione del rapporto Gimbe a Roma.

"Ci sono spinte - ha ricordato - per fare entrare il sistema assicurativo e sarebbe il modo più semplice per risolvere la questione, ma sono spinte minoritarie. Però bisogna ricordare che, per carenza di riforme, programmazione e risorse, il Ssn può anche morire lentamente. Bisogna usare bene le risorse che abbiamo, pensare alle risorse umane, ma anche l'opinione pubblica deve appoggiare questa scelta e lavorare anche contro chi fomenta ad esempio le cause contro i medici".