Gli italiani hanno più fiducia nei vaccini ora che in passato


  • Elena Riboldi — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Più di un italiano su 4 è pienamente convinto che i vaccini sono sicuri, più di uno su 5 crede fermamente che i vaccini siano efficaci e più di uno su 6 è assolutamente d’accordo sull’importanza di vaccinarsi.
  • In Italia, tutti questi parametri sono aumentati dal 2015 al 2019, mentre globalmente si osservano differenze nazionali nei singoli trend.
  • La popolazione è più disponibile a vaccinarsi nei Paesi in cui c’è fiducia nell’importanza dei vaccini, più che nella loro sicurezza ed efficacia.

 

Descrizione dello studio

  • Sono stati analizzati 290 sondaggi fatti dal Vaccine Confidence Project (un programma di monitoraggio globale nato nel 2010) tra il 2015 e il 2019 in 149 nazioni (n=284.381).
  • Le risposte sono state classificate in 3 categorie: fortemente d’accordo, né fortemente d’accordo né fortemente in disaccordo, fortemente in disaccordo.
  • Mediante modellazione statistica è stata stimata la percezione della sicurezza, importanza ed efficacia dei vaccini.
  • Mediante regressione logistica sono stati esaminati i possibili fattori trascinanti della disponibilità a vaccinarsi.
  • Fonte di finanziamento: European Commission, Wellcome, and Engineering and Physical Sciences Research Council.

 

Risultati principali

  • Tra il 2015 e il 2019, la fiducia nei vaccini è diminuita in diversi Paesi asiatici, in Nigeria e Serbia.
  • In Europa, tra 2018 e il 2019, la quota di popolazione che afferma che i vaccini non sono sicuri è diminuita in Italia, Francia, Irlanda e Finlandia, mentre è aumentata in Polonia.
  • In Italia, la percentuale degli intervistati che è fortemente d’accordo con l’affermazione che i vaccini sono sicuri è passata dallo 0-29,9% al 40-49,9%; quella fortemente d’accordo con l’affermazione che i vaccini sono efficaci è passata dal 30-39,9% al 50-59,9%; quella fortemente d’accordo con l’affermazione che i vaccini sono importanti è passata dal 40-49,9% al 60-69,9%.
  • La disponibilità a vaccinarsi aumenta con la fiducia nell’importanza dei vaccini, più che nella loro sicurezza ed efficacia.
  • I vaccini sembrano essere meno accettati dai gruppi di minoranze religiose.

 

Perché è importante

  • Una quota della popolazione ritarda o evita i vaccini perché non crede nella loro importanza, sicurezza o efficacia.
  • Nel 2019, l’esitazione a vaccinarsi è stata inserita dall’OMS tra le dieci minacce alla salute globale.
  • Conoscere l’andamento della fiducia nei vaccini permette di avviare interventi mirati per rafforzarla e sostenerla.