Gli inibitori di pompa aumentano il rischio di cancro gastrico dopo terapia eradicante per H. pylori


  • Daniela Ovadia - Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano
Messaggi chiave
  • L’uso cronico di inibitori di pompa protonica (PPI) aumenta il rischio di sviluppare un cancro gastrico pari a 2,4 volte in soggetti trattati con terapia eradicante per H. pylori.
  • Il rischio aumenta proporzionalmente alla dose e alla durata della terapia con PPI.

Descrizione dello studio
  • Lo studio è basato sulle informazioni provenienti da un database sanitario di Hong Kong.
  • Sono stati identificati 63.397 soggetti eligibili a cui era stato prescritto, tra il 2003 e il 2012, un trattamento eradicante a base di claritromicina.
  • Sono stati esclusi coloro che non hanno terminato la terapia eradicante o coloro che hanno sviluppato un carcinoma gastrico entro 12 mesi dalla prescrizione, o un’ulcera gastrica dopo che la prescrizione era stata esclusa.
  • Soggetti a cui erano stati prescritti PPI o antagonisti del recettore 2 dell’istamina (H2RA) entro sei mesi dalla diagnosi di cancro gastrico sono stati esclusi per evitare il rischio di attribuire erronenamente alla terapia la comparsa della malattia.

Risultati principali
  • 153 soggetti (0,24% del campione eligibile) hanno svilippato un cancro gastrico durante un follow-up mediano di 7,6 anni.
  • L’uso di PPI aumenta il rischio di malattia (HR 2.44, 95% IC da 1,42 a 4.,0), contrariamente all’uso di H2RA (HR 0.72, 95% IC da 0,48 a 1,07).
  • Il rischio aumenta con la durata della terapia (HR 5,04, 95% IC da 1,23 a 20,61 dopo un anno; 6,65, 95% IC da 1,62 a 27,26 dopo due anni e 8,34, 95% IC da 2,02 a 34,41 dopo tre anni).
  • L ‘uso di PPI provoca 4,29 casi di cancro gastrico in più ogni 10.000 persone/anno.

Perché è importante
  • Benché l’eradicazione di H. pylori si associ a una riduzione di cancro gastrico, una percentuale consistente di individui trattati sviluppa comunque la malattia.
  • I medici dovrebbero fare attenzione nel prescrivere PPI, specie per uso prolungato, in questa categoria di pazienti.