Gastroprotettori efficaci in prevenzione e terapia di ulcera peptica e sue complicanze


  • Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • I farmaci gastroprotettori (GP) riducono significativamente il rischio di ulcera e sanguinamenti, favorendone la guarigione, ma non incidono sulla mortalità.
  • Tra le vare classi di farmaci considerate, gli inibitori di pompa protonica (PPI) risultano significativamente superiori agli altri.
  • La contemporanea somministrazione di FANS non incide sugli effetti rilevati.
  • I risultati, pur derivando da un’ampia metanalisi, potrebbero aver sopravvalutato l’effetto dei farmaci dal momento che gli studi considerati erano mediamente piccoli, con un numero mediano di partecipanti di 78.

Descrizione dello studio

  • Metanalisi dei dati tabulari di oltre 1.200 trial controllati reperiti da medline ed Embase (1950-2015) che mettessero a confronto
    • un GP (PPI, analogo delle prostaglandine o H2RA) vs controlli (849 trial con 142.485 partecipanti), di cui 580 di prevenzione dell’ulcera (110.626 partecipanti), 233 di trattamento dell’ulcera (n=24.033) e 36 per il trattamento del sanguinamento acuto del tratto gastroenterico superiore (n=7.826);
    • un GP vs un altro (345 trial  con 64.905 partecipanti), di cui 160 di prevenzione (n=32.959), 167 trattamento dell’ulcera (n=28.306) e 18 per il trattamento del sanguinamento acuto del tratto gastroenterico superiore (n=3.640).
  • Outcome: sviluppo di ulcera peptica, sanguinamento del tratto gastroenterico superiore e mortalità totale in relazione alla classe di farmaci e alla singola molecola nell’ambito della classe. 
  • Fonte del finanziamento: UK Medical Research Council e British Heart Foundation.

Risultati principali

  • Prevenzione dell’ulcera: i GP riducevano sviluppo di ulcere diagnosticate all’endoscopia (OR 0,27; IC 95% 0,25-0,29; P
  • Prevenzione sanguinamenti: GP efficaci indipendentemente dall’uso di FANS (P-Het=0,56), con vantaggio dei PPI rispetto agli altri (PPI OR 0,21; IC 99% 0,12-0,36; analoghi delle prostaglandine OR 0,63; 0,35-1,12; H2RA 0,49; 0,30-0,80; P-Het=0,0005).
  • Trattamento ulcera: efficacia dei GP vs controlli nella cura di ulcere diagnosticate all’endoscopia (OR 3,49; IC 95% 3,28–3,72; P
  • Trattamento sanguinamento acuto: i GP riducevano ulteriori perdite ematiche (OR 0,68; IC 95% 0,60–0,78; P
  • Su sanguinamenti e trasfusioni i PPI si sono dimostrati superiori agli altri GP.

 

Perché è importante

  • Le cause più frequenti di ulcera peptica sono Helycobacter pilorii e l’uso di FANS: con questi farmaci, tra i più diffusi al mondo, è indicata l’associazione con gastroprotettori ma finora mancavano dati sugli effetti delle diverse classi in diversi contesti clinici  (prevenzione e terapia, di ulcera e sanguinamenti).

Limiti

Il numero mediano di pazienti in ogni trial era di soli 78 (IQR 44,0-210,5) e la durata mediana di 1,4 mesi (0,9-2,8).