Fvg, da Regione sollecito per quarta dose vaccino ad anziani e fragili

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 1 giu. (Adnkronos Salute) - I rischi che corrono gli anziani ultraottantenni e le persone con patologie, l'efficacia dei vaccini nel prevenire le forme gravi di infezione e il rallentamento della campagna anti-Covid: in considerazione di ciò, la Regione Friuli Venezia Giulia ha inviato formalmente un sollecito alle aziende sanitarie, agli operatori della salute e ai medici di medicina generale affinché venga rilanciata la campagna vaccinale per la quarta dose (secondo booster) agli over 80 e over 60 con fragilità.

Come ha spiegato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, in Fvg ad oggi sono state inoculate 14mila dosi su una platea stimata di 105mila soggetti da vaccinare. A questo dato vanno aggiunte le evidenze scientifiche sull'aumento dell'efficacia del vaccino dopo un secondo booster nei confronti delle forme sintomatiche, dei ricoveri e delle forme severe di malattia e nella prevenzione dei decessi. Quindi, considerato anche il basso tasso di eventi avversi rilevato negli studi sul campo in questa fascia di popolazione, l'amministrazione raccomanda a tutti i medici di medicina generale, agli specialisti e a tutti gli operatori sanitari che abbiano contatto con pazienti ultraottantenni o con fattori di fragilità/immunocompromissione di consigliare attivamente il secondo richiamo della vaccinazione.

Nel dettaglio, viene ribadito che i pazienti candidabili sono persone che sono state sottoposte al primo booster da almeno 4 mesi (120 giorni) e non abbiano contratto Covid-19 dopo la somministrazione della prima dose booster e, inoltre, devono possedere determinati requisiti: anagrafici (nati nel 1942 o prima), residenziali (ospiti in strutture per anziani) e di fragilità (nati nel 1962 o prima con una patologia inclusa nella lista del ministero). I cittadini rientranti nelle categorie e che non risiedono in strutture residenziali per anziani potranno prenotare la vaccinazione con i mezzi attivati per la campagna (call center, Cup, webapp, farmacie). I cittadini over 60 con fragilità dovranno compilare il modulo che indica la patologia da cui sono affetti, reperibile su tutti i siti aziendali e portarlo con sé al centro vaccinale.