Fp Cgil Sicilia, 'bene firma contratto ma ora al tavolo per rinnovo 2022-24'

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 3 nov. (Adnkronos Salute) - "Non possiamo che essere soddisfatti per la firma, arrivata nella giornata di ieri, che segna un importante passo in avanti per valorizzare il personale della sanità pubblica". Così Fp Cgil Sicilia dopo la sottoscrizione del nuovo contratto collettivo nazionale di lavoro nella sanità pubblica, definito dopo una lunga e complessa trattativa tra Aran e sindacati.

"Finalmente ci siamo, un risultato importante sia in termini di riconoscimento salariale e di diritti per le lavoratrici e i lavoratori delle strutture pubbliche, che in chiave di rilancio dell’intero Sistema sanitario – afferma il segretario generale della Funzione Pubblica, Gaetano Agliozzo - Fermo restando che, tenuto conto che quello appena sottoscritto riguarda il periodo 2019-2021, occorre subito tornare a sedersi attorno al tavolo per discutere del prossimo contratto legato al triennio 2022-2024".

"L’azione di pressing e di rappresentanza di Fp Cgil continuerà ad essere costante ed incisiva nei confronti del governo nazionale per salvaguardare la dignità del lavoro e il diritto alla salute dei cittadini. Due condizioni fondamentali che passano attraverso lo stanziamento di maggiori risorse finanziarie necessarie per il riconoscimento e la gratificazione contrattuale della delicata attività professionale svolta dagli operatori del comparto e per l’attivazione di un piano straordinario di assunzioni".