Fp-Cgil, 'da dl Rilancio risposta insufficiente a lavoratori sanità'


  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 12 mag. (Adnkronos Salute) - In queste ore, "abbiamo visto ancora una volta una risposta insufficiente nel Dl Rilancio alle rivendicazioni dei lavoratori della sanità: abbiamo fatto accordi nelle regioni per riconoscere le attività aggiuntive e straordinario nonché i rischi da Covid-19 per il personale del Ssn e ci ritroviamo limiti e restrizione assurde imposte dal ministero dell’Economia che impone limiti e tetti alla contrattazione che non sono tollerabili". A segnalarlo è il segretario generale della Fp Cgil, Serena Sorrentino.

"Auspichiamo che a breve il governo risponda alla richiesta delle organizzazioni sindacali di avviare un confronto su occupazione, rinnovo dei contratti e valorizzazione professionale del lavoro pubblico, e che le controparti private - aggiunge Sorrentino - la smettano di rivendicare risorse e facciano gli imprenditori rinnovando i contratti della sanità privata e delle Rsa, equiparando il trattamento salariale dei lavoratori pubblici e privati".