Fnomceo, 'malessere nella professione, servono risposte rapide'

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 21 apr. (Adnkronos Salute)() - I medici e gli odontoiatri sono stati "osannati in questi due anni e considerati i moderni eroi della nostra società, in realtà, i medici e gli odontoiatri vivono con grande difficoltà la loro condizione professionale e la pandemia ha slatentizzato carenze e reso evidenti gli errori del passato" e "le difficoltà in cui versa la professione medica e odontoiatrica sono tante ed i medici e gli odontoiatri necessitano di risposte rapide ed efficaci". Così il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici e degli odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli, nella sua relazione alla conferenza nazionale sulla Questione medica a Roma.

Anelli rivolgendosi al ministro della Salute Roberto Speranza, presente alla conferenza, "lei più volte ha ripetuto che la stagione dei tagli in sanità è terminata e che ogni risorsa utilizzata nel sistema sanitario deve essere considerata un investimento e non più un costo. Come cittadini e - ha aggiunto Anelli - poi anche come professionisti apprezziamo questa scelta politica che da tempo auspicavamo. Così come apprezziamo l’inversione di tendenza nel finanziamento del Fondo sanitario nazionale finalmente e stabilmente cresciuto.".

All’aumento del Fondo sanitario nazionale "non è poi corrisposto un analogo impegno teso a rimuovere le conseguenze sulla professione medica di quella stagione dei tagli in sanità che oggi tutti insieme condanniamo. Per questo - ha rimarcato - abbiamo convocato questa Conferenza e per questo crediamo che ognuno di noi debba assumere l’impegno per migliorare il sistema. Noi amiamo questa professione, chiediamo solo di poterla esercitare con l’entusiasmo di chi inizia".