Fnomceo, 'colleghi in Parlamento siano garanti diritti costituzionali'

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 11 ott. (Adnkronos Salute)() - "Il Covid ha evidenziato i valori fondanti della professione medica, la cui vocazione è quella di perseguire la realizzazione dei diritti garantiti ai cittadini dalla nostra Costituzione, legati al nostro ambito professionale: il diritto alla vita, alla salute, all'uguaglianza, alla solidarietà, all'autodeterminazione sulla propria salute. Il mio augurio ai colleghi eletti in Parlamento è che lavorino in questo solco tracciato". Così attraverso l'Adnkronos Salute Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale Ordini dei medici (Fnomceo), si rivolge ai 18 camici bianchi che faranno parte del nuovo Parlamento.

"Gli operatori sanitari - sottolinea - sono stati considerati strategici per il Paese", anche con la partecipazione alla sfilata del 2 giugno. "Un riconoscimento che in qualche modo credo vada rivalutato anche sotto il profilo normativo e quindi anche rispetto al lavoro che i parlamentari dovranno fare. L'auspicio" di Anelli "è quindi che i colleghi in Parlamento non siano solo dei bravi tecnici, ma possano essere strumento per il raggiungimento dei diritti fissati dalla Costituzione. Questo significa tenere conto del fatto che, nelle scelte da fare, viene prima il cittadino e poi l'economia, prima la salute e poi il resto".