Fnomceo, 'ancora sovraccarichi di lavoro e burocrazia'

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 31 mar. (Adnkronos Salute) - "La pandemia non è finita con l'emergenza. E i medici sono ancora sovraccaricati di lavoro e burocrazia, c'è una situazione di burnout strisciante tra i colleghi. La pressione sulla professione è molto forte. Scontiamo ancora le scelte sbagliate del passato che, tra le altre cose, hanno creato un problema di carenza di organico, disagi che non ci mettono in condizioni di lavorare con serenità". Lo ha detto all'Adnkronos Salute Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo).

Nonostante tutto, però, "continuiamo a essere punto di riferimento dei cittadini. Stiamo raggiungendo i 160mila morti nell'arco pandemia, abbiamo superato i 13 milioni di contagiati. Credo che il lavoro fatto in questo periodo sia stato enorme e molto importante".