Firenze, inaugurato centro di simulazione al Meyer health campus

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Firenze, 19 ott. (Adnkronos Salute) - Inaugurato, nel Meyer Health Campus di Firenze, il centro di simulazione Meyer, una struttura all’avanguardia dedicata all’innovazione nell’ambito dell’assistenza sanitaria che unisce formazione, crescita professionale, attenzione al fattore umano, ricerca, tecnologia al servizio di un nuovo modello di cure pediatriche. Realizzato con la supervisione del Boston children's hospital e della Harvard medical school, il centro è una riproduzione realistica di un ospedale con stanze di degenza, sala operatoria, stanze di terapia intensiva e terapia intensiva neonatale. Una vera e propria 'palestra' per gli operatori, che potranno formarsi in un ambiente sicuro riducendo il rischio di errori nella pratica clinica quotidiana.

La nuova struttura, unica in Italia, inaugurata ieri - si legge in una nota- rappresenterà un punto di riferimento fra i centri di simulazione sia a livello regionale che a livello nazionale e internazionale. Da tempo, il Meyer ha investito risorse e competenze in questo particolare ambito della pediatria, di importanza cruciale per la formazione degli operatori: il primo programma di simulazione è stato creato nel 2009. Il centro di simulazione presenta grandi potenzialità per applicazioni trasversali a tutte le aree dell’ospedale, con progettazione di percorsi formativi innovativi multiprofessionali e multidisciplinari. Inoltre, contribuisce, con attività mirate, allo sviluppo delle capacità dei professionisti della sanità, non solo tecniche, ma anche comunicativo-relazionali a vantaggio sia del clima interno che dei risultati dei gruppi di lavoro.

Nel centro di simulazione è presente inoltre uno spazio che riproduce una cameretta per bambini, dedicato alla formazione di genitori e caregiver, che in un ambiente familiare imparano ad assistere i loro bambini fragili con patologie complesse. Tutti i “simulatori paziente” ad alta fedeltà impiegati in questi spazi e le tecnologie associate vengono gestiti attraverso una sala regia all’avanguardia. La Fondazione Mario Marianelli, tramite i suoi rappresentanti ha espresso "piena soddisfazione nel vedere realizzata questa opera che rientra nello spirito testamentario del nostro fondatore".