Firenze, accordo Scuola carabinieri-Asl per medicina generale


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Firenze, 12 ott. (AdnKronos Salute) - E' stato firmato questa mattina l'accordo tra Ausl Toscana Centro e Comando Scuola marescialli e brigadieri dei carabinieri per garantire l'assistenza primaria sanitaria agli allievi frequentatori dei corsi militari e ai loro familiari presenti nella nuova sede di Firenze Castello. Complessivamente 1.640 allievi e 300 militari. L'intesa, sottoscritta dal comandante generale Gianfranco Cavallo e dal direttore generale Paolo Morello Marchese, prevede la presenza settimanale all'interno della Scuola militare sia dei medici di medicina generale che dei pediatri, al fine di assicurare l'accesso alla prestazioni primarie e ai percorsi di prevenzione anche secondaria agli allievi, al personale militare della Scuola e ai loro familiari.

Era presente il maggiore Laura Cantini e in rappresentanza dell'Ausl il direttore sanitario Emanuele Gori e il direttore del Dipartimento aziendale medicina generale Vittorio Boscherini. "Gli allievi, dovendo rimanere per l'intera giornata all'interno della caserma - ha osservato Boscherini - difficilmente avrebbero potuto avvalersi dell'opportunità di farsi seguire dal medico di famiglia e quindi sfruttare la normativa che permette loro di avere il domicilio sanitario e quindi di poter usufruire delle prestazioni di medicina generale come tutti i residenti della Toscana".

Reciproche collaborazioni, modalità organizzative e procedurali sono descritte nell'accordo per assicurare agli allievi l'assistenza sanitaria di base, oltre all'accesso agli screening di prevenzione e alle indagini diagnostiche, così come avviene per tutti i cittadini residenti nel territorio. La Scuola marescialli ha messo a disposizione dell'azienda una sede ambulatoriale dove i medici di medicina generale saranno presenti dal lunedì al venerdì (dalle 8 alle 20) e il pediatra un giorno alla settimana. Nei giorni pre-festivi e festivi sarà garantita la continuità assistenziale attraverso la 'guardia medica'. Gli ambulatori sono stati dotati anche dei necessari collegamenti Internet, requisito ormai obbligatorio per i medici di medicina generale ai fini dell'attività prescrittiva e terapeutica. L'accordo avrà la durata di un anno, con la possibilità di rinnovo di anno in anno per i successivi 3 anni.