Europa Donna, un premio ai medici umani nel nome di Veronesi


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Milano, 3 ott. (AdnKronos Salute) - "Una carezza e un sorriso qualche volta curano veramente". Umberto Veronesi ne aveva fatto un mantra. La medicina, diceva, deve avere 5P: deve essere Predittiva, Preventiva, Personalizzata e Partecipativa - come insegna il modello americano a 4P celebrato dalla rivista 'Nature' - ma anche Psicologica. Una P in più, quella secondo cui i pazienti sono "non più malati, ma uomini e donne". L'eredita umana dell'oncologo scomparso l'8 novembre 2016 vivrà per sempre in un premio speciale lanciato da Europa Donna, Movimento europeo contro il tumore al seno, nato nel 1994 da un'idea dello stesso Veronesi. Si chiama 'Riconoscimento U.V. al Laudato Medico', le 'giurate' saranno proprio le donne in cura per un cancro al seno e la cerimonia si terrà a Milano il 28 novembre. Il giorno in cui il Prof avrebbe compiuto 82 anni.

L'idea è quella di "premiare i medici che, sull'esempio di Umberto Veronesi, si dedicano alle pazienti colpite dal tumore al seno con un approccio umano di vicinanza, ascolto e accoglienza", spiegano da Europa Donna. "Il riconoscimento verrà assegnato su giudizio delle stesse pazienti di tutta Italia", che potranno inviare le loro 'nomination' per tutto ottobre - Mese rosa della prevenzione - all'indirizzo Internet http://www.europadonna.it/laudatomedico/.

"Dal 1 al 31 le pazienti, ma anche i loro familiari e le persone che le assistono - precisa l'associazione - potranno segnalare sul sito di Europa Donna Italia da uno a 5 specialisti tra quelli che compongono il team multidisciplinare di un centro di senologia, che sono anche le 5 figure con cui la donna entra più facilmente in relazione durante il percorso di diagnosi e cura: radiologo, patologo, chirurgo-chirurgo plastico, oncologo, radioterapista". Cinque i criteri in base al quale candidare al premio il proprio 'medico eroe', "i 5 principali che definiscono l'umanizzazione della medicina: disponibilità, ascolto, comunicazione, empatia e sostegno. Le stesse qualità che Umberto Veronesi indicava come essenziali per impostare un corretto rapporto medico-paziente".

Dichiara Rosanna D'Antona, presidente di Europa Donna Italia, 'paziente zero' dell'Istituto europeo di oncologia-Ieo di Milano: "Abbiamo deciso di istituire il 'Riconoscimento U.V. al Laudato Medico proprio per preservare l'eredità umana del professor Veronesi e favorire la diffusione dell'umanizzazione della medicina nella classe medica. E' anche un'occasione che vogliamo offrire a tutte le pazienti di ringraziare in modo speciale quei medici che hanno saputo curarle oltre che nel corpo, anche nell'anima".