Esiste un legame tra latticini e tumore prostatico?

  • Zhao Z & al.
  • Br J Nutr

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Un elevato consumo di latticini è associato a un rischio maggiore di sviluppare il tumore prostatico.

Perché è importante

  • Sono necessari ulteriori studi per valutare più a fondo l’associazione tra consumo di latticini e i diversi sottotipi di tumore prostatico.

Disegno dello studio

  • Una metanalisi di 33 studi di coorte condotti tra il 1989 e il 2020.
  • Finanziamento: nessuno.

Risultati principali

  • Il rischio relativo (RR) corretto legato a un consumo più alto rispetto a più basso di latticini totali è risultato 1,05 (IC 95%, 1,00–1,09).
  • Non è stata osservata alcuna associazione significativa tra consumo di latticini e rischio di tumore prostatico; l’RR aggregato è risultato 0,98 (IC 95%, 0,94–1,03) nel gruppo con tumori in stadio avanzato, 1,10 (IC 95%, 0,98–1,24) nel gruppo con tumori in stadio non avanzato e 0,92 (IC 95%, 0,84–1,00) nel gruppo con tumori fatali.
  • Nell’analisi dose-risposta è stata osservata un’associazione positiva con il rischio di tumore prostatico per:
    • latticini totali, 400 g/die (RR=1,02; IC 95%, 1,00–1,03);
    • latte totale, 200 g/die (RR=1,02; IC 95%, 1,01–1,03);
    • formaggio, 40 g/die (RR=1,01; IC 95%, 1,00–1,03);
    • burro, 50 g/die (RR=1,03; IC 95%, 1,01–1,05).
  • L’assunzione di 100 g/die di latte intero è risultata associata a un rischio inferiore di tumore prostatico (RR=0,97; IC 95%, 0,96–0,99).

Limiti

  • Potrebbero essere presenti fattori di rischio confondenti.