Enteropatia di tipo autoimmune associata a trattamento con chinoloni


  • Notizie sui farmaci - VDA Net
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

SIF Societa' Italiana di Farmacologia

Enteropatia di tipo autoimmune associata a trattamento con chinoloni

A cura di Maria Zappone, Specializzanda in Farmacia Ospedaliera, Università di Messina

Caso clinico

Una donna di 54 anni, in seguito alla somministrazione di chinoloni, manifestò febbre, rash cutaneo bolloso al viso e dolore addominale. Sulla base di tali sintomi fu fatta una diagnosi di sindrome di Stevens-Johnson.

Prima di questo evento, la paziente non aveva riportato né lamentato sintomi gastrointestinali.

Dopo questo episodio acuto di sindrome di Stevens-Johnson, la paziente continuò a lamentare difficoltà nella deglutizione e fastidi addominali.

Mediante un’esofagogastroduodenoscopia, si riscontrò la presenza di candidosi a livello dell’esofago, mentre le biopsie dello stomaco e del duodeno mostrarono la presenza di gastrite cronica e di caratteristiche suggestive di celiachia.

- Scarica il documento completo in formato PDF dal link a fondo pagina
- Riproduzione riservata e per uso personale