Endocrinologia: le notizie essenziali di settembre 2017


  • Monthly Essentials
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano
I 3 studi essenziali sull’endocrinologia di questo mese, selezionati tra 282 studi sottoposti a revisione tra pari

1. La terapia sostitutiva con estrogeni dopo la menopausa evidenzia benefici sulla funzione sessuale. La funzione sessuale in post-menopausa influisce sulla qualità della vita (QoL). Vedere la nostra sinossi essenziale dell’articolo di JAMA Intern Med di seguito.

2. La durata dell’allattamento al seno è associata al rischio di endometriosi. L’endometriosi colpisce il 10% delle donne statunitensi ed è collegata a dolore e infertilità. L’allattamento al seno potrebbe mitigare il rischio di endometriosi. Vedere la nostra sinossi essenziale dell’articolo di BMJ di seguito.

3. Le donne con una diagnosi di PCOS presentano un rischio quasi quadruplo di sviluppare il DM2. La PCOS è associata a infertilità e sindrome metabolica. Vedere la nostra sinossi essenziale dell’articolo di J Clin Endocrinol Metab di seguito.

1. Terapia sostitutiva con estrogeni come ausilio della funzione sessuale in post-menopausa



Fonte: JAMA Intern Med

Conclusioni
  • La terapia sostitutiva con estrogeni dopo la menopausa evidenzia benefici sulla funzione sessuale.
Risultati principali
  • La somministrazione di estrogeni per via transdermica ha migliorato i punteggi dell’Indice della funzione sessuale femminile (Female Sexual Functioning Index, FSFI) di 2,6 punti dal basale a 48 mesi rispetto a dei soggetti di controllo (P=0,002).
  • La somministrazione di estrogeni per via orale ha migliorato i punteggi FSFI di 2,3 punti a 36 mesi (P=0,008), ma questi sono tornati al valore basale a 48 mesi.
Disegno dello studio
  • Coorte ricavata dallo studio di prevenzione precoce con estrogeni effettuato dal Kronos Longevity Research Institute (KEEPS), una sperimentazione randomizzata, in doppio cieco, controllata con placebo per verificare gli effetti della sostituzione estrogenica sullo sviluppo dell’aterosclerosi.  
  • Per la partecipazione, sono state reclutate donne nei 3 anni successivi all’ultimo ciclo mestruale (n=727).
  • Le donne sono state assegnate in modo casuale a 3 gruppi: estrogeni orali (n=230), estrogeni transdermici (n=222) e placebo (n=275).
  • Punteggio FSFI calcolato al basale e a 18, 36 e 48 mesi.
  • Finanziamento: Aurora Foundation del Kronos Longevity Research Institute, Mayo Clinic, Brigham and Women’s Hospital/Harvard Medical School, Università della California, San Francisco, e National Center for Advancing Translational Sciences. Farmaci dello studio forniti in parte da Bayer HealthCare e AbbVie Pharmaceuticals.
Perché è importante
  • La funzione sessuale in post-menopausa influisce sulla qualità della vita (Quality of Life, QoL).

Vedere abstract

2. L’allattamento al seno potrebbe ridurre il rischio di endometriosi



Fonte: BMJ

Conclusioni
  • La durata dell’allattamento al seno è associata al rischio di endometriosi.
Risultati principali
  • La durata dell’allattamento è risultata associata in modo inversamente proporzionale al rischio di endometriosi incidente.
  • Le donne che hanno allattato per un periodo totale ≥36 mesi hanno evidenziato una riduzione del 40% del rischio di diagnosi di endometriosi (HR: 0,60; IC al 95%: 0,50-0,72) rispetto alle donne che hanno allattato per
  • È stato osservato un rapporto inversamente proporzionale lineare tra la durata complessiva dell’allattamento e il rischio di endometriosi (P
  • L’amenorrea postpartum era correlata in modo inversamente proporzionale al rischio di endometriosi (HR: 0,58; P
Disegno dello studio
  • Studio di coorte prospettico.
  • Coorte ricavata dallo Studio sulla salute del personale infermieristico II (Nurses’ Health Study), uno studio prospettico di coorte basato su questionari su salute e stile di vita.
  • I questionari comprendevano dati sulla durata dell’allattamento al seno e l’endometriosi confermata laparoscopicamente.
  • Sono state visitate le donne con almeno una gravidanza della durata ≥6 mesi (n=72.394) e le donne con endometriosi confermata (n=3296).
  • Finanziamento: NIH, National Cancer Institute, National Institute of Child Health and Human Development e il Dana Farber and Harvard Cancer Center Mazzone Award.
Perché è importante
  • L’endometriosi colpisce il 10% delle donne statunitensi ed è associata a dolore e infertilità.
  • L’allattamento al seno potrebbe mitigare il rischio di endometriosi.

Testo completo gratuito

3. Le donne con PCOS presentano un maggior rischio di sviluppare DM2



Fonte: 
J Clin Endocrinol Metab 

Conclusioni
  • Le donne con una diagnosi di sindrome dell’ovaio policistico (polycystic ovary syndrome, PCOS) presentano un rischio quasi quadruplo di sviluppare il diabete mellito di tipo 2 (DM2).
Risultati principali
  • Il tasso d’incidenza del DM2 in tutte le donne con PCOS (PCOS Danimarca) era di 8/1000 anni-persona (AP), nella PCOS Odense University Hospital (PCOS OUH) era di 9/1000 AP, e nelle pazienti di controllo era di 2/1000 AP (P
  • L’aHR del DM2 era di 3,6 nella PCOS Danimarca rispetto ai controlli con diabete mellito gestazionale (DMG) e di 3,5 con l’esclusione del DMG (entrambi i P
  • Dopo l’aggiustamento per età e IMC, una glicemia a digiuno elevata rappresentava il più elevato fattore di rischio per la diagnosi di DM2 (aHR: 2,6; P
  • La diagnosi di DM2 nelle donne con PCOS avviene a un’età inferiore rispetto alle pazienti di controllo (31 vs. 35 anni; P
Disegno dello studio
  • Studio di coorte osservazionale.
  • Coorte ricavata dai registri sanitari nazionali danesi.
  • Le donne con diagnosi di PCOS e/o irsutismo (PCOS Danimarca, n=18.477) sono state confrontate con delle pazienti di controllo (n=54.680).
  • Un sottogruppo inferiore di donne con PCOS e/o irsutismo trattato presso l’OUH (n=1162) è stato identificato e sottoposto ad analisi biochimiche.
  • L’esito primario era la diagnosi di DM2.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.
Perché è importante
  • La PCOS è associata a infertilità e sindrome metabolica.

Vedere abstract