Endocrinologia: le notizie essenziali di gennaio 2018


  • Monthly Essentials
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

I 2 studi essenziali sull’endocrinologia di questo mese, selezionati tra 363 studi sottoposti a revisione tra pari

1. La US Preventive Services Task Force (USPSTF) ritiene che la terapia ormonale sostitutiva (TOS) non abbia alcun beneficio netto sulla prevenzione delle condizioni croniche nelle donne in post-menopausa. Vedere la nostra sinossi essenziale dell’articolo di JAMA di seguito.

2. L’ipotiroidismo subclinico può contribuire all’infertilità inspiegata. Vedere la nostra sinossi essenziale dell’articolo di J Clin Endocrinol Metab di seguito.


1. Raccomandazioni dell’USPSTF sulla TOS preventiva in post-menopausa

Fonte: JAMA

Conclusioni
  • La US Preventive Services Task Force (USPSTF) ritiene che la terapia ormonale sostitutiva (TOS) non abbia alcun beneficio netto sulla prevenzione delle condizioni croniche nelle donne in post-menopausa.
Risultati principali
  • I benefici comprovati della TOS combinata e degli estrogeni da soli sono la riduzione delle fratture ossee e del diabete.
  • I danni correlati alla TOS in post-menopausa comprendono l’aumento del rischio di carcinoma mammario, tromboembolia, coronaropatia, ictus, demenza, patologie della colecisti e incontinenza urinaria.
  • L’USPSTF conclude con certezza moderata che la TOS in post-menopausa non presenta benefici netti per la prevenzione primaria di condizioni croniche.
  • I risultati aggregati di 3 sperimentazioni (n=19.580) non hanno evidenziato alcuna differenza nella mortalità per tutte le cause tra le donne che ricevevano la TOS rispetto a placebo (tasso di rischio: 1,01; IC al 95%: 0,88-1,17).
Disegno dello studio
  • Aggiornamento delle raccomandazioni del 2012 in base a una revisione di evidenze scientifiche.
  • Finanziamento: l’USPSTF è un ente volontario e indipendente. Il Congresso statunitense sancisce che l’Agenzia per la ricerca e la qualità dell’assistenza sanitaria (Agency for Healthcare Research and Quality) deve sostenere le operazioni dell’USPSTF.
Perché è importante
  • Dalla pubblicazione dei risultati dell’Iniziativa per la salute femminile (Women’s Health Initiative), il numero di donne statunitensi che ricorrono alla TOS in post-menopausa è diminuito dal 44% nel periodo compreso tra il 1988 e il 1994 al 4,7% nel 2010.

Testo completo gratuito


2. L’ipotiroidismo subclinico può contribuire all’infertilità inspiegata

Fonte: J Clin Endocrinol Metab

Conclusioni
  • L’ipotiroidismo subclinico può contribuire all’infertilità inspiegata.
Risultati principali
  • I livelli mediani di TSH erano maggiori nel gruppo di infertilità inspiegata rispetto al gruppo con grave fattore maschile di sterilità/gruppo di controllo (1,95 rispetto a 1,66 mUI/l; P=0,003).
  • Le donne con fertilità inspiegata avevano più probabilità di avere un livello di TSH ≥2,5 mUI/l rispetto alle donne nel gruppo con grave fattore maschile di sterilità (27% rispetto a 13,5%).
Disegno dello studio
  • Studio trasversale.
  • Dati di coorte ricavati da un registro della banca dati di pazienti di un ampio sistema sanitario accademico.
  • Sono state incluse donne con infertilità ≥1 anno con cicli mestruali regolari e referti di laboratorio normali (n=239).
  • La coorte è stata suddivisa in un gruppo di infertilità inspiegata (n=187) che è stato messo a confronto con dei gruppi con grave fattore maschile di sterilità/gruppo di controllo (n=52).
  • Finanziamento: finanziamento del National Institutes of Health (NIH); Claflin Distinguished Scholar Award.
Perché è importante
  • Il 10-30% delle coppie sterili riceve una diagnosi di infertilità inspiegata.
  • Delle lievi anomalie della funzionalità tiroidea possono contribuire a tale condizione.
  • Non esiste un chiaro accordo sulla definizione di ipotiroidismo subclinico (la National Academy of Clinical Biochemistry indica che il limite superiore del normale dell’ormone tireostimolante [TSH] dovrebbe essere di 2,5 mUI/l).
  • Sarebbe opportuno prendere in considerazione il trattamento dell’ipotiroidismo subclinico nelle donne con infertilità inspiegata.

Vedere abstract