Endocrinologia: le notizie essenziali di dicembre 2017


  • Monthly Essentials
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

I 2 studi essenziali sull’endocrinologia di questo mese, selezionati tra 364 studi sottoposti a revisione tra pari

1. Il trattamento di pazienti di età pari o superiore a 65 anni con ipotiroidismo subclinico può risultare in un aumento della mortalità. Vedere la nostra sinossi essenziale dell’articolo di Eur J Int Meddi seguito.

2. La metformina è associata a più nati vivi quando viene utilizzata per l’induzione dell’ovulazione nelle donne con sindrome dell’ovaio policistico (polycystic ovary syndrome, PCOS). Vedere la nostra sinossi essenziale dell’articolo di Cochrane Database Syst Rev di seguito.


1. Ipotiroidismo subclinico: i pazienti di età superiore a 64 anni vanno trattati?

Fonte: Eur J Int Med

Conclusioni
  • Il trattamento di pazienti di età pari o superiore a 65 anni con ipotiroidismo subclinico (Isc) può risultare in un aumento della mortalità.
Risultati principali
  • I partecipanti con Isc avevano meno probabilità di avere iperlipidemia (83,1% rispetto a 87,2%; P=0,03) e più probabilità di presentare demenza senile (42,5% rispetto a 30,9%; P
  • L’uso di levotiroxina nei partecipanti con ormone tireostimolante (TSH)
Disegno dello studio
  • Studio caso-controllo.
  • Dati di una coorte della banca dati della Clalit Health Medical Organization.
  • Lo studio sulla popolazione ha incluso pazienti di età ≥65 con almeno 1 TSH >4,2 mUI/l ma
  • Finanziamento: nessuno.
Perché è importante
  • Non è chiaro se l’Isc rappresenti un fattore di rischio cardiovascolare o un marcatore dello stesso.
  • Se si trattasse di un marcatore, il trattamento potrebbe aumentare la mortalità a causa dell’aumento della richiesta metabolica al cuore.

Vedere abstract


2. Cochrane constata che la metformina potrebbe avere un certo beneficio sull’induzione dell’ovulazione nella PCOS

Fonte: Cochrane Database Syst Rev

Conclusioni
  • La metformina è associata a più nati vivi quando viene utilizzata per l’induzione dell’ovulazione nelle donne con PCOS.
Risultati principali
  • La metformina è stata associata a un maggior tasso di nati vivi (OR: 1,59; IC al 95%: 1,00-2,51) rispetto al placebo (4 studi, bassa qualità delle evidenze).
  • Miglioramento dell’ovulazione (OR: 1,57; IC al 95%: 1,28-1,92) e dei tassi di gravidanza clinica (OR: 1,59; IC al 95%: 1,27-1,99) con metformina più clomifene citrato rispetto a clomifene citrato da solo, tuttavia non era noto l’effetto sui nati vivi.
  • Non è stato possibile trarre conclusioni su metformina da sola rispetto a clomifene citrato da solo (OR: 0,71; IC al 95%: 0,49-1,10).
  • Nell’analisi di sottogruppo, le donne obese che hanno ricevuto metformina da sola hanno evidenziato un tasso di nascite inferiore (OR: 0,30; IC al 95%: 0,17-0,52), mentre le donne normopeso che hanno ricevuto metformina da sola hanno evidenziato un tasso di nascite superiore (OR: 1,71; IC al 95%: 1,00-2,94) rispetto alle donne che hanno ricevuto clomifene citrato da solo.
Disegno dello studio
  • Ricerca della letteratura e metanalisi.
  • Sperimentazioni randomizzate controllate che hanno messo a confronto farmaci insulino-sensibilizzanti con l’assenza di trattamento o con farmaci che inducono l’ovulazione nelle donne con PCOS (n=48 studi, 4451 donne).
  • Finanziamento: nessun finanziamento esterno.
Perché è importante
  • La PCOS è associata a infertilità e sindrome metabolica.
  • Il controllo ponderale può essere utile per migliorare l’infertilità correlata a PCOS.

Vedere abstract