Efficacia della somministrazione sottocutanea dell’associazione casirivimab/cmdevimab nello sviluppo di COVID-19 in pazienti con infezione precoce e asintomatica da SARS-CoV-2

  • Antonello Viti De Angelis
  • Notizie Mediche - VDA Net
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

SIF Societa' Italiana di Farmacologia

Efficacia della somministrazione sottocutanea dell’associazione casirivimab/cmdevimab nello sviluppo di COVID-19 in pazienti con infezione precoce e asintomatica da SARS-CoV-2

A cura della Dott.ssa Barbara Stelitano

Il contenimento della pandemia da malattia da nuovo coronavirus (COronaVIrus Disease 2019 – COVID-19), il cui agente eziologico è SARS-CoV-2 (Severe Acute Respiratory Syndrome CoronaVirus 2), ha rappresentato una vera sfida, correlata al periodo di incubazione variabile, all’alto tasso di trasmissione e all’emergere di diverse varianti. Nonostante i vaccini abbiano rappresentato un’arma fondamentale nel contrasto della COVID-19, ad oggi molti individui rimangono a rischio di infezione e potenziale sviluppo di malattia grave

- Riproduzione riservata e per uso personale
- Scarica il documento completo in formato PDF dal link a fondo pagina