Effetti a lungo termine della chirurgia bariatrica

  • Roberta Villa — Agenzia Zoe
  • Notizie dalla letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Sono state individuate traiettorie tipiche di fluttuazione del peso dopo l’intervento bariatrico.
  • La perdita di peso si mantiene comunque in media nel tempo, con un recupero minimo.
  • A lungo termine (7 anni) la prevalenza di dislipidemia resta inferiore alla baseline dopo entrambe le procedure (bypass gastrico Roux-en-Y, RYGB, o bendaggio gastrico laparoscopico adattabile, LAGB), mentre quella di diabete e ipertensione lo è solo dopo RYGB.
  • Tra i pazienti diabetici, la remissione a 7 anni è del 60,2% dopo RYGB e del 20,3% dopo LAGB.
  • Il tasso di reintervento è molto inferiore con RYGB che con LAGB.

Descrizione dello studio

  • Il Longitudinal Assessment of Bariatric Surgery (LABS) è uno studio multicentrico (10 ospedali USA in 6 aree geografiche distinte), osservazionale, di coorte che ha seguito 2348 pazienti sottoposti a RYGB (n=1.738, 74%) o LAGB (n=610, 26%).
  • I partecipanti sono stati sottoposti a una valutazione prima dell’intervento, dopo sei mesi e poi annualmente per un follow-up fino a 7 anni.
  • Outcome: cambiamento di peso in percentuale rispetto alla baseline, diabete, dislipidemia e ipertensione determinati in base a valutazioni cliniche, esami di laboratorio e uso di medicinali.

Risultati principali

  • A 7 anni da RYGB, la perdita di peso media rispetto alla baseline è stata di 38,2 Kg (IC 95% 36,9-39,5), cioè del 28,4% (IC 95% 27,6-29,2), con un recupero medio di peso tra i 3 e i 7 anni del 3,9% rispetto alla baseline.
  • A 7 anni da LAGB, la perdita di peso media rispetto alla baseline è stata di 18,8 Kg (IC 95%, 16,3-21,3), cioè del 14,9% (IC 95%, 13,1-16,7), con un recupero medio di peso tra i 3 e 7 anni dell’1,4% rispetto alla baseline.
  • La maggior parte dei partecipanti ha seguito una traiettoria di peso con un piccolo recupero di peso tra 3 e 7 anni rispetto alla perdita iniziale, ma sono comunque stati individuati 6 diversi andamenti tipici di traiettorie di peso per RYGB e 7 per LAGB.
  • Prevalenza di dislipidemia a 7 anni < baseline con entrambe le procedure.
  • Prevalenza di diabete e ipertensione < baseline solo dopo RYGB.
  • Tra i pazienti diabetici alla baseline (488 di 1.723 RYGB [28%]; 175 di 604 LAGB [29%]), la proporzione in remissione a 1, 3, 5 e 7 anni erano rispettivamente con RYGB 71,2% (IC 95%, 67,0-75,4), 69,4% (IC 95%, 65,0-73,8), 64,6% (IC 95%, 60,0-69,2) e 60,2% (IC 95%, 54,7-65,6), mentre con LAGB erano rispettivamente 30,7% (IC 95% 22,8-38,7), 29,3% (IC 95% 21,6-37,1), 29,2% (IC 95% 21,0-37,4) e 20,3% (IC 95% 9,7-30,9).
  • 14 pazienti RYGB e 160 LAGB sono stati sottoposti a un nuovo intervento bariatrico nel corso del follow-up.

Perché è importante

  • Mancano evidenze solide di efficacia a lungo termine della chirurgia bariatrica, a cui si ricorre sempre più spesso per ottenere un rapido calo di peso, associato nei pazienti diabetici a un controllo della malattia.
  • I dati più completi prima di questo studio venivano dallo Swedish Obese Subjects Study, iniziato nel 1986 e quindi relativo per lo più a procedure chirurgiche che non sono più effettuate.