Ecografia più mammografia migliorano la sensibilità di rilevamento nelle mammelle dense: una metanalisi

  • Yuan WH & al.
  • Br J Cancer

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Secondo i risultati di un’ampia metanalisi, ecografia più mammografia sono più sensibili, ma meno specifiche, nell’individuare i tumori mammari nelle mammelle dense rispetto alla sola mammografia.

Perché è importante

  • Lo studio presenta l’accuratezza e gli aspetti negativi dell’uso di entrambe le tecniche nelle donne con mammelle dense.

Disegno dello studio

  • Metanalisi di 21 studi (sperimentazioni randomizzate e controllate, studi di coorte retrospettivi e prospettici condotti in tutto il mondo), comprendenti >30.000 donne con mammelle dense.
  • Gli studi hanno soddisfatto i criteri di inclusione dopo una ricerca su Medline, Cochrane, EMBASE e Google Scholar.
  • Finanziamento: nessuno.

Risultati principali

  • Ecografia più mammografia rispetto a sola mammografia: 
    • maggiore sensibilità, 96% vs. 74%;
      • rapporto di rischio, 0,699 (P<0,001); 
    • peggiore specificità, 87% vs. 93%;
      • rapporto di rischio, 1,060 (P=0,001).
  • L’ecografia di follow-up dopo una mammografia iniziale negativa ha evidenziato un’alta sensibilità aggregata del 96% e una specificità dell’88%.
  • I risultati erano simili nell’analisi di sottogruppo in base a Paese, metodo ecografico e tempistica dell’ecografia.

Limiti

  • Inclusione di studi di coorte osservazionali.
  • Eterogeneità tra gli studi.