DLBCL: il coinvolgimento dei linfonodi addominali è collegato a una sopravvivenza linfoma-specifica peggiore

  • Abdulla M & al.
  • Eur J Haematol
  • 30/11/2019

  • David Reilly
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • I pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B (diffuse large B-cell lymphoma, DLBCL) e coinvolgimento dei linfonodi addominali evidenziano una sopravvivenza linfoma-specifica (lymphoma-specific survival, LSS) peggiore e maggiori caratteristiche associate a malattia aggressiva rispetto a quelli privi di coinvolgimento dei linfonodi addominali.

Perché è importante

  • Gli esiti di varie sedi extranodali di DLBCL sono stati ben studiati, ma non si sa altrettanto per le sedi di coinvolgimento linfonodale.

Disegno dello studio

  • Studio volto a esaminare le implicazioni prognostiche del coinvolgimento dei linfonodi addominali in 249 pazienti con DLBCL de novo.
  • Tutti i pazienti erano stati trattati con R-CHOP (rituximab, ciclofosfamide, adriamicina, vincristina e prednisone) o regimi simili.
  • Fascia di età dei pazienti di 26–86 anni.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Risultati principali

  • Il 63% dei pazienti con DLBCL presentava malattia nei linfonodi addominali.
  • Rispetto ai pazienti senza coinvolgimento dei linfonodi addominali, quelli con malattia linfonodale addominale presentavano:
    • LSS peggiore, HR=1,79 (IC 95% 1,01–3,17, P=0,04);
    • punteggi dell’indice prognostico internazionale (international prognostic index, IPI) corretti per l’età più elevati, 65% con IPI 2–3 rispetto a 27% (P
    • alti livelli di lattato deidrogenasi, 69% rispetto a 44% (P
    • maggiore frequenza di malattia in stadio avanzato, 72% con malattia in stadio III–IV rispetto a 31% (P
    • maggiore frequenza di malattia “voluminosa” (bulky); 33% rispetto a 10% (P
    • maggiore frequenza di sintomi B, 50% rispetto a 26% (P

Limiti

  • Dati retrospettivi.