Diabetologi, 'occhio a fake news, non diffidate di farmaci efficaci e sicuri'

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Milano, 13 dic. (Adnkronos Salute) - "E' urgente richiamare l'attenzione delle persone con diabete e dei loro caregiver, invitandoli a diffidare dalle fake news e dalla disinformazione che dilaga online, soprattutto riguardo alle terapie. Si tratta di contenuti spesso privi di qualsiasi fondamento medico-scientifica, e nei casi peggiori costruiti addirittura su dati manipolati, proprio al fine di sostenere tesi cliniche e terapeutiche altrimenti prive di ogni credibilità". E' il monito dell'Associazione medici diabetologi (Amd) e della Società italiana di diabetologia (Sid), che lanciano l'appello a "non diffidare dei farmaci più sicuri ed efficaci", dando credito a queste false notizie.

In particolare, le società scientifiche di settore esprimono "preoccupazione per la demonizzazione di farmaci indispensabili per la corretta gestione della malattia diabetica e dall'indiscussa validità scientifica, come la metformina, le statine o ezetimibe, terapie estremamente diffuse per il trattamento del diabete tipo 2 e delle sue complicanze". Si tratta di "allarmi infondati che si sono diffusi soprattutto nelle ultime settimane - affermano i presidenti di Amd e Sid, Graziano Di Cianni e Angelo Avogaro - e non fanno altro che generare confusione e ansia nei pazienti e nei familiari che se ne prendono cura, persone che non sempre sono in grado di distinguere le notizie false dalle vere. In modo tutt'altro che sorprendente - avvertono - l'utente incappato in queste 'bufale' viene poi reindirizzato a siti di e-commerce per la vendita di prodotti alternativi, promossi come miracolosi, benché privi di studi clinici in grado di fondarne validità ed efficacia". 

Le società scientifiche della diabetologia rassicurano i pazienti sulla "totale sicurezza ed efficacia delle terapie farmacologiche per la cura del diabete" e prendono le distanze dall'impiego, "e più che mai dalla promozione diretta ai pazienti", di "qualsiasi terapia non contemplata dalle linee guida internazionali". Amd e Sid invitano ad "affidarsi sempre al parere del proprio medico o del proprio diabetologo su qualsiasi tipologia di farmaco o integratore che si intenda assumere, nonché  in presenza di dubbi circa le terapie che si stanno assumendo".  

Per qualsiasi informazione di facile reperibilità sul tema diabete, gli esperti esortano a consultare i siti istituzionali delle società scientifiche di riferimento (www.aemmedi.it - www.siditalia.it). Per ciò che riguarda 'falsi-miti, bufale e fake-news', ricordano, è a disposizione di tutti i cittadini una sezione dedicata del sito dell'Istituto superiore di sanità (www.issalute.it).