Diabete di tipo 2: gliflozine e rischio di tumore vescicale

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • L’uso di gliflozine (inibitori del cotrasportatore sodio-glucosio 2 [sodium-glucose cotransporter 2, SGLT2]) non aumenta il rischio di tumore vescicale rispetto agli agonisti del recettore del peptide-1 glucagone-simile (glucagon-like peptide-1 receptor agonist, GLP-1RA) o agli inibitori della dipeptidil peptidasi-4 (DPP-4) in uno studio nel mondo reale.

Perché è importante

  • L’uso di dapagliflozina ha determinato un numero maggiore di eventi di tumore vescicale nelle sperimentazioni cliniche randomizzate pre-immissione in commercio rispetto al placebo, con eventi osservati poco dopo la randomizzazione (intervallo di 43–727 giorni); i successivi studi sugli inibitori di SGLT2 post-immissione in commercio hanno ottenuto risultati contrastanti.
  • Sono necessari studi futuri per valutare il rischio a lungo termine.

Disegno dello studio

  • Studio internazionale, multicentrico di 2 coorti di soggetti adulti con diabete di tipo 2 che avevano iniziato la terapia con:
    • inibitori di SGLT2 (n=453.560) o GLP-1RA (n=375.997);
    • inibitori di SGLT2 (n=347.059) o inibitori di DPP-4 (n=853.186).
  • Finanziamento: Sovvenzione del progetto da parte dei Canadian Institutes of Health Research.

Risultati principali

  • Inibitori di SGLT2 rispetto a GLP-1RA:
    • Dopo l’aggregazione sono stati segnalati 1.978 eventi di tumore vescicale incidente durante 1.684.049 anni-persona di follow-up (tasso di incidenza grezzo di 117,5 su 100.000 anni-persona). Il follow-up mediano variava da 1,5 a 2,2 anni. Non è stata osservata alcuna differenza nel rischio di tumore vescicale tra i 2 trattamenti (aHR=0,90; IC 95%, 0,81–1,00).
  • Inibitori di SGLT2 rispetto a inibitore di DPP-4:
    • Durante 2.755.807 anni-persona di follow-up si sono verificati 4.164 eventi di tumore vescicale incidente, con un tasso di incidenza grezzo di 151,1 su 100.000 anni-persona. Il follow-up mediano variava da 1,6 a 2,6 anni. Non è stata osservata alcuna differenza significativa nel rischio di tumore vescicale (aHR=0,99; IC 95%, 0,91–1,09).

Limiti

  • Possibili errori di classificazione.