Decreto Calabria, 'nodi' economico-finanziari ancora da sciogliere


  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 3 apr. (AdnKronos Salute) - Il decreto che dovrebbe segnare la 'rinascita' della sanità calabrese è pronto, ed è stato inviato a tutti gli interlocutori del caso, come ha ricordato in questi giorni il ministro della Salute, Giulia Grillo. Ma ci sarebbero ancora alcuni 'nodi' da sciogliere. A quanto apprende l'Adnkronos Salute esistono infatti alcune criticità economico-finanziarie, legate proprio ai conti in 'rosso fisso' della Regione e che ne potrebbero ritardare il via libera.

Con un eventuale blocco delle assunzioni, si rischierebbe infatti di penalizzare ulteriormente la già traballante sanità regionale. Un'opzione che non è certo nelle intenzioni del ministro: la Grillo ha dichiarato più volte di volere un cambio di passo per la sanità della regione, che metta fine ai viaggi al Nord in cerca di cure. E per innescare un percorso virtuoso il sistema deve poter funzionare. Ci sarebbe anche la possibilità di assumere personale nonostante i conti, o di limitare le assunzioni solo a casi precisi. Domani a Roma c'è il tavolo di verifica degli adempimenti del piano di rientro, che potrebbe contribuire a sciogliere alcuni nodi. Il decreto legge infatti è "già pronto", ma "si accavalla a tutta una serie di decreti, per cui ci vorrà il tempo utile per metterlo in agenda e convertirlo in Parlamento", ha detto il ministro.

Il testo "prevede misure per gestire i fallimenti delle aziende sanitarie, che è come se tecnicamente fossero fallite: hanno tutte i bilanci in rosso. Ci sarà una gestione straordinaria dal punto di vista contabile, e contiamo di poter valutare eventualmente la rimozione di quei direttori generali, sanitari e amministrativi che non hanno adeguatamente adempiuto e magari sono stati promossi se non premiati negli ultimi anni", ha anticipato il ministro.