Dapagliflozin nel trattamento di pazienti affetti da malattia renale cronica

  • Antonello Viti De Angelis
  • Notizie Mediche - VDA Net
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

SIF Societa' Italiana di Farmacologia

Dapagliflozin nel trattamento di pazienti affetti da malattia renale cronica

Risultati di uno studio clinico randomizzato multicentrico

A cura della Dott.ssa Barbara Stelitano

La malattia renale cronica è associata a riduzione della qualità e dell’aspettativa di vita, oltre che rappresentare un fattore di rischio per l’insorgenza di altre patologie. Ad oggi, si stima che circa 700 milioni di persone a livello globale siano affetti da malattia renale cronica. Gli unici farmaci in grado di rallentare il decorso di questa malattia appartengono alla classe degli inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE) e dei bloccanti dei recettori dell’angiotensina (ABRs). Inoltre, studi clinici su larga scala hanno evidenziato che gli inibitori del cotrasportatore sodio-glucosio (Sodium–glucosecotransporter 2 – SGLT2), indicatinel trattamento del diabete di tipo 2, si correlano ad un miglioramento della funzionalità renale anche in soggetti con malattia renale non correlata a diabete di tipo 2.

- Scarica il documento completo in formato PDF
- Riproduzione riservata e per uso personale