Da carenza medici a Pnrr, al via congresso Sumai

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 17 ott. (Adnkronos Salute) - Carenza di medici, università, giovani, professione al femminile, ruolo della specialistica ambulatoriale e Pnrr. Sono alcuni temi al centro del 54esimo congresso nazionale degli specialisti ambulatoriali Sumai-Assoprof, al via domani e fino al 20 ottobre a Roma presso l’Hotel Villa Pamphili. Una tre giorni di confronti, tavole rotonde, formazione Ecm e talk a cui parteciperanno oltre 350 iscritti, politici, rappresentanti delle Regioni, delle professioni e dei cittadini, stakeholder, si legge in una nota. L'evento si aprirà con la relazione del segretario generale, Antonio Magi.

La rivendicazione del ruolo fondamentale dello specialista ambulatoriale in un’ottica di riforma della sanità territoriale, a maggior ragione ora che il Covid-19 si avvia da pandemico a diventare endemico, sarà il tema principale di questo congresso. Se la 'Missione 6 del Pnrr' intende riformare le cure primarie attraverso la costituzione delle case di comunità e degli ospedali di comunità, entrambe finanziate con circa 2 miliardi, a tutt’oggi - prosegue la nota - non è ancora chiaro come queste strutture lavoreranno, poiché una delle criticità resta il nodo del personale. In sostanza da qui al 2026 se non si modificheranno i parametri del Pnrr, le case di comunità saranno realizzate ma queste non verranno attivate prima del 2027 in quanto oltre alla carenza delle figure indispensabili (medici specialisti ed infermieri) non è prevista la copertura agli oneri del personale sanitario.

Da queste considerazioni il titolo del congresso: 'Pnrr Missione 6, specialista dove sei?' che vuole evidenziare la miopia di chi pensa di poter riordinare le cure primarie senza prevedere anche lo specialista ambulatoriale, figura essenziale nell’équipe multidisciplinare al pari del medico di medicina generale, del pediatra, dell’infermiere, del farmacista e degli altri professionisti sanitari, si legge ancora nella nota Sumai. Durante la cerimonia di inaugurazione sono previsti, tra gli altri, gli interventi del ministro della Salute, Roberto Speranza, del coordinatore della Commissione Salute delle Regioni, Raffaele Donini, dell’assessore alla Salute della Regione Lazio, Alessio D’Amato, dell’assessore alla Salute della Regione Umbria, Luca Coletto, del presidente della Fnomceo, Filippo Anelli.