cSCC della testa/del collo: l’aggiunta della chemioterapia alla RT non migliora gli esiti

  • Porceddu SV & al.
  • J Clin Oncol
  • 14/03/2018

  • Brian Richardson, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Nella sperimentazione di fase 3 del Trans Tasman Radiation Oncology Group (TROG) 05.01, la chemioradioterapia (CRT) concomitante postoperatoria è risultata associata a esiti simili a quelli della sola radioterapia (RT) in pazienti con carcinoma a cellule squamose cutaneo (cutaneous squamous cell carcinoma, cSCC) della testa e del collo ad alto rischio.

Perché è importante

  • I risultati contraddicono il beneficio dimostrato della CRT nei pazienti con SCC della mucosa della testa e del collo.

Risultati principali

  • I pazienti sottoposti a RT e CRT hanno evidenziato simili tassi di libertà da recidiva locoregionale a 2 anni (88% vs. 89%) e 5 anni (83% vs. 87%) (HR: 0,84; P=0,58).
  • I pazienti sottoposti a RT e CRT hanno ottenuto una simile sopravvivenza libera da malattia (disease-free survival, DFS) a 2 anni (78% vs. 83%) e 5 anni (67% vs. 73%) (HR: 0,85; P=0,44).
  • I pazienti sottoposti a RT e CRT hanno ottenuto una simile sopravvivenza completa (overall survival, OS) a 2 anni (88% vs. 88%) e 5 anni (76% vs. 79%) (HR: 0,95; P=0,86).
  • I pazienti sottoposti a CRT hanno evidenziato tassi maggiori di stipsi (P

Disegno dello studio

  • In 310 pazienti con cSCC della testa e del collo ad alto rischio trattati chirurgicamente, 157 trattati solo con RT postoperatoria e 153 trattati con CRT postoperatoria con carboplatino, sono stati analizzati gli esiti in termini di controllo, sopravvivenza e sicurezza.
  • Finanziamento: National Health and Medical Research Council-Australian Government; Cancer Council Queensland; Queensland Government; Cancer Australia.

Limiti

  • Lo studio non aveva una potenza sufficiente per rilevare un beneficio più ridotto della chemioterapia.