CRPC: enzalutamide mantiene la HRQoL nello studio PROSPER

  • Tombal B & et al
  • Lancet Oncol
  • 12/02/2019

  • Deepa Koli
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Nei pazienti con tumore della prostata resistente alla castrazione (castration-resistant prostate cancer, CRPC) non metastatico enzalutamide mantiene basso il dolore basale e mantiene i punteggi della qualità della vita correlata alla salute (health-related quality of life, HRQoL).
  • Enzalutamide ritarda la progressione del dolore e il peggioramento dei sintomi urinari e intestinali.

Perché è importante

  • Enzalutamide prolunga la sopravvivenza libera da metastasi nello studio PROSPER.

Disegno dello studio

  • Esiti riferiti dai pazienti dello studio PROSPER.
  • 1.401 uomini con CRPC non metastatico e tempo al raddoppio del PSA ≤10 mesi hanno ricevuto terapia di deprivazione androgenica con enzalutamide o placebo.
  • Finanziamento: Astellas Pharma, Inc.

Risultati principali

  • Follow-up mediano: gruppo trattato con enzalutamide, 18,5 mesi; gruppo placebo, 15,1 mesi.
  • Questionario breve per la valutazione del dolore (Brief Pain Inventory Short Form):
    • i punteggi medi sono rimasti stabili e simili in tutti i momenti di valutazione.
    • Il tempo alla progressione del dolore era maggiore con enzalutamide (P=0,028).
  • Questionario sulla qualità della vita dell’European Organisation for Research and Treatment of Cancer:
    • i punteggi medi dei sintomi sono rimasti stabili e simili ad eccezione di quelli relativi alla settimana 65 e alla settimana 81, quando i punteggi dei sintomi urinari erano significativamente migliori con enzalutamide (rispettivamente P=0,028 e 0,0251).
  • Questionario per la valutazione funzionale della terapia oncologica-prostata:
    • i punteggi medi erano simili (P=0,184).
  • Scala analogica visiva del questionario sulla salute EuroQoL a 5 dimensioni e 5 livelli:
    • i punteggi medi sono rimasti stabili e simili tra gruppi ad eccezione di quelli relativi alla settimana 65 e alla settimana 81 (rispettivamente P=0,024 e 0,022, a favore di enzalutamide).
    • Il tempo al peggioramento dei sintomi urinari e intestinali era significativamente maggiore con enzalutamide.

Limiti

  • Mancanza di dati dopo l’interruzione del trattamento.