CRC: la ERAS Society pubblica nuove linee guida per le cure perioperatorie ottimali

  • Gustafsson UO & al.
  • World J Surg
  • 13/11/2018

  • Oncology guidelines update
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La società per il miglior recupero dopo un intervento chirurgico (Enhanced Recovery After Surgery, ERAS Society) ha aggiornato le proprie linee guida riguardanti le cure perioperatorie allo scopo di ridurre al minimo lo stress dopo il trattamento chirurgico del tumore del colon-retto (colorectal cancer, CRC).

Perché è importante

  • Ridurre al minimo lo stress in questa popolazione ha dimostrato di ridurre la morbilità, migliorare il recupero e abbreviare le degenze ospedaliere.

Punti chiave

  • Prima del ricovero:
    • Deve essere condotta una valutazione nutrizionale preoperatoria. I soggetti a rischio di malnutrizione devono essere sottoposti a trattamento nutrizionale, preferibilmente per via orale, per almeno 7–10 giorni.
    • L’anemia preoperatoria è un rischio di morbilità per qualsiasi causa e va corretta. Le formulazioni di ferro endovenose più recenti presentano un basso rischio di reazioni avverse e sono più efficaci rispetto alle formulazioni orali.
  • In fase preoperatoria:
    • Non esiste alcun vantaggio clinico per la sola preparazione intestinale meccanica con profilassi antibiotica sistemica e può determinare fastidio e disidratazione. Non deve essere eseguita abitualmente nella chirurgia del colon, ma può essere appropriata in caso di chirurgia del retto.
  • In fase intraoperatoria:
    • I drenaggi pelvici e peritoneali non hanno alcun effetto sugli esiti clinici e non devono essere utilizzati abitualmente.
  • In fase postoperatoria:
    • L’intubazione nasogastrica postoperatoria non deve essere utilizzata abitualmente; se usata durante l’intervento chirurgico, deve essere rimossa prima del risveglio dall’anestesia.

Per maggiori informazioni, consultare le linee guida