CRC: l’anamnesi familiare è un fattore di rischio nei pazienti con IBD

  • Samadder NJ & al.
  • Clin Gastroenterol Hepatol
  • 26/09/2018

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • I pazienti con malattia infiammatoria intestinale (inflammatory bowel disease, IBD) e un familiare di primo grado con tumore del colon-retto (colorectal cancer, CRC) hanno una probabilità quasi doppia di sviluppare il CRC rispetto ai pazienti senza tale anamnesi familiare.

Perché è importante

  • Mancano dati sull’associazione tra anamnesi familiare di CRC nei pazienti con IBD e rischio complessivo di CRC.

Disegno dello studio

  • Studio di popolazione, di coorte di 9.505 residenti in Utah con IBD.
  • Finanziamento: Crohn’s and Colitis Foundation of America, National Cancer Institute e altri.

Risultati principali

  • Durante 84.364 anni-persona di follow-up è stato diagnosticato CRC a 61 pazienti con colite ulcerosa (ulcerative colitis, UC) e 40 con morbo di Crohn (Chron’s disease, CD); 6 avevano un familiare di primo grado con CRC.
  • Rischio significativamente maggiore di CRC nei pazienti con IBD rispetto alla popolazione generale (rapporto standardizzato di incidenza [standardized incidence ratio, SIR]: 4,3; IC 95%: 3,5–5,1).
  • Il rischio di CRC era massimo in caso di colangite sclerosante primitiva (primary sclerosing cholangitis, PSC) concomitante (SIR: 14,8; IC 95%: 8,3–21,2), seguita da UC (SIR: 5,2; IC 95%: 3,9–6,6) e CD (SIR: 3,4; IC 95%: 2,3–4,4).
  • Sesso maschile (HR: 2,15; P
  • Il rischio di CRC era maggiore nei pazienti con IBD e un familiare di primo grado colpito rispetto a quelli senza (rapporto di rischio intracoorte: 1,88; IC 95%: 0,8–4,3).

Limiti

  • Mancanza di dati su uso di farmaci, dieta e durata dell’IBD.