Covid: Pistello, 'variante XBB nuovo salto qualità virus, monitoriamo'

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 20 ott. (Adnkronos Salute) - "Una rondine non fa primavera, ma questa nuova variante XBB è già stata attenzionata in Usa. E' un ulteriore salto qualità del virus, che va monitorato bene. Ha una sequenza ricombinante e questo implica che ci sono dei soggetti che hanno più infezioni da virus diversi nello stesso momento e i virus posso scambiarsi informazioni con più mutazioni che possono comparire. Attenzione però: queste varianti sono progressivamente meno suscettibili al vaccino e alle pregresse infezioni, una strada che il virus percorre per persistere nella nostra specie, ma con una minore patogenicità". Così all'Adnkronos Salute il virologo Mauro Pistello, direttore dell'Unità di virologia dell'azienda ospedaliera universitaria di Pisa, vicepresidente della Società italiana di microbiologia, commentando la nuova sottovariante XBB, un ricombinante di Omicron BA.2.10.1 e Omicron BA.2.75 con 14 mutazioni aggiuntive nella proteina Spike di BA.2, che è stata segnalata da 26 Paesi (Italia compresa) e che per l'Organizzazione mondiale della sanità potrebbe essere più immunoevasiva.