Covid, in Lombardia 334 profughi ucraini positivi su 18.800 tamponi

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Milano, 15 apr. (Adnkronos Salute) - Sono 334 i tamponi risultati positivi a Covid-19, effettuati in Lombardia sui rifugiati provenienti dall'Ucraina: 295 positivi e 39 debolmente positivi. Lo rende noto l'assessorato regionale al Welfare. Il totale di tamponi effettuati è 18.800.

Alle Ats lombarde si sono rivolti 34.695 cittadini ucraini, riferisce l'assessorato. All'Ats di Città metropolitana di Milano, che include anche Lodi, si è rivolto il 34% dei profughi ucraini e il 43% ha meno di 18 anni. Il numero di vaccinazioni effettuate ai cittadini ucraini dal primo marzo al 13 aprile è pari a 5.345.