Covid, in Liguria incremento accessi pronto soccorso, Alisa 'no emergenza'

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 17 ott. (Adnkronos Salute) - In Liguria "si è registrato nella giornata di oggi, confermando la tendenza del weekend appena trascorso, un incremento degli accessi" anche Covid "nei pronto soccorso" della regione "e, in particolare, in area metropolitana genovese e in Asl 2". Lo registra Alisa, l'Azienda sanitaria della Regione Liguria, che in una nota fa il punto della situazione. "Nella mattina di oggi l'incremento di accessi ha riguardato in particolare i pronto soccorso degli ospedali Villa Scassi, Galliera e San Martino dove viene segnalato anche un incremento di accessi per Covid - osserva l'azienda - Anche grazie all'impegno di tutto il personale impegnato negli ospedali e nei pronto soccorso, la situazione viene gestita e costantemente monitorata".

"Solo al Policlinico San Martino nel fine settimana si è verificata un'affluenza di oltre 200 cittadini ogni 24 ore. Gli ingressi in aumento vengono gestiti con il monitoraggio in tempo reale e, attraverso il 118, distribuendo negli ospedali le ambulanze in arrivo. L'incremento di accessi è stato gestito e non ha provocato situazioni di emergenza", precisa Alisa.

"L'aumento di afflussi si verifica con frequenza all'inizio di ogni settimana poiché si sconta la mancanza del proprio medico di medicina generale a supporto della popolazione nel weekend", rimarca l'Azienda che lancia un invito ai cittadini: "Al fine di non sovraffollare i pronto soccorso, già particolarmente stressati nei fine settimana - raccomanda Alisa - è di fondamentale importanza non autopresentarsi per casi non urgenti, ma contattare in prima istanza il medico di medicina generale".