Covid, da Regione Calabria vademecum per cure domiciliari con antivirali e monoclonali

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Reggio Calabria, 26 gen.(Adnkronos Salute) - La Regione Calabria, su iniziativa del Dipartimento Salute della Cittadella, ha messo a punto un vademecum rivolto a tutta la popolazione residente nel territorio regionale, da seguire per accedere ai nuovi trattamenti terapeutici, evitando il ricovero in ospedale, in caso di positività a Covid-19. Bastano poche, ma fondamentali indicazioni di fronte a un'accertata positività - spiega una nota - per essere curati anche a casa attraverso la somministrazione di antivirali in compresse e anticorpi monoclonali, disponibili dietro prescrizione medica. 

Il primo passo da compiere è quello di contattare il proprio medico di medicina generale o l'Unità speciale di continuità assistenziale (Usca), che darà tempestivamente le prime informazioni utili. Il medico di medicina generale o il medico dell'Usca dell'azienda sanitaria provinciale di riferimento compilerà una scheda di pre-arruolamento e fisserà un appuntamento presso il centro abilitato più vicino all'abitazione del paziente. Presso i centri abilitati alla prescrizione si provvederà a visitare il paziente positivo - che potrà recarsi in questi presidi con la propria auto, anche accompagnato - e sulla base delle condizioni di salute verrà deciso se prescrivere gli antivirali in compresse o somministrare gli anticorpi monoclonali.

Si ricorda - conclude la nota - che gli antivirali e gli anticorpi monoclonali servono a curare precocemente Covid nei soggetti a rischio, prima che la malattia possa degenerare e dunque aggravarsi.